F1: A rischio anche il gran premio del Belgio

Ancora molte di meno le certezze sull’inizio del mondiale 2020 di Formula Uno. Dopo il primo gran premio cancellato, quello di Australia a poche ore dall’inizio, adesso potrebbe esserci un altro gran premio a rischio, quello del Belgio.

La speranza è sicuramente quella che quest’estate cambi qualcosa, che tutto torni ad essere come prima, ma da dove nascono i dubbi di una possibile cancellazione del gran premio di SPA che l’anno scorso ci ha regalato una gioia con la vittoria di Charles Leclerc?

I dubbi:

I dubbi su una possibile cancellazione o un possibile rinvio del gran premio del Belgio, previsto per il 30 agosto a Spa, nascono da una decisione del governo locale che proprio in queste ore ha vietato tutti gli eventi di massa fino al 31 agosto, il giorno dopo quindi, dell’ipotetica gara del gran premio.

Una soluzione che però gli organizzatori potrebbero adottare potrebbe essere quella di disputare il gran premio a porte chiuse, ma in ogni caso, dato il numero di persone che lavorano nei paddock, potrebbe esserci ugualmente il rischio contagio.

Fermata la vendita dei biglietti:

Ad alimentare ancora i nostri dubbi è stata la vendita dei biglietti che al momento è ferma. Infatti, gli organizzatori pare abbiano bloccato la vendita dei biglietti per assistere il gran premio.

Anche se però, Liberty Media e FIA parlano di un mondiale con almeno quindici gare, ti lascio il link all’articolo dove si parla di una possibile stagione con un recupero di circa quindi gare, qui.

Il recupero potrebbe avvenire proprio durante quella che solitamente è considerata la pausa estiva, quindi ad agosto.

Rimangono comunque ancora tanti dubbi sul calendario e sull’inizio della stagione, non perdetevi però il gran premio virtuale di Cina, domenica 19 aprile alle 19:00 (ora italiana) in pista sei piloti ufficiali di Formula Uno, Charles Leclerc, Lando Norris, George Russell, Nicholas Latifi, Alexander Albon ed infine Antonio Giovinazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *