F1 | Wolff:”Il ritiro di Hamilton? Sarebbe un atto di accusa alla FIA”

Si è discusso tanto e ancora si discute sul possibile ritiro di Lewis Hamilon dal mondo della Formula 1 e a tal proposito, il team principal della Merces, Toto Wolff è tornato a parlare delle decisioni prese dalla FIA a Yas Marina.

Il silenzio

Questo per la Formula 1 è un periodo fatto di stop, di silenzi e di attesa ma c’è un altro tipo di silenzio che insospettisce, quello di Lewis Hamilton che ancora oggi si è distaccato dai social network dove era sempre molto attivo, togliendo il “segui” anche ai colleghi e alla F1 stessa.

Si vocifera di un ritiro del sette volte campione che potrebbe arrivare davvero se lo stesso non fosse soddisfatto delle decisioni della FIA dopo l’indagine su quanto accaduto ad Abu Dhabi e sulle decisioni di Michael Masi che già sembra fuori dalla stagione 2022.

Le parole di Toto Wolff:

Il team principal della Mercedes non ha mai utilizzato mezzi termini, anche su quanto accaduto a Yas Marina dove ha affermato che proprio su quel tracciato quando c’era tutto in ballo abbia prevalso lo spettacolo sullo sport.

Proprio per questo il ritiro di Hamilton sarebbe un vero e proprio atto di accusa contro la Federazione, ecco le parole di Wolff: “Hamilton aveva vinto in pista, poi il direttore di gara ha fatto un casino violando almeno tre regole. E’ vero, Verstappen è campione del mondo ma a Yas Marina non ha vinto il migliore. A Lewis serve tempo, speriamo comunque di poterlo rivedere in pista nel 2022. Ha perso il titolo quando già sembrava essere nelle sue mani, era il migliore in pista”.

Venerdì prossimo avremo molte più notizie al riguardo, infatti, sarebbe stato fissato un incontro tra Mohammed Ben Sulayem, neopresidente della FIA e Toto Wolff.

E voi? Cosa ne pensate? Lewis Hamilton si ritira o no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *