F1, track limits: Ecco cosa cambia in Spagna

Dopo le tante polemiche che hanno accompagnato le prime tre gare di questa stagione di Formula Uno sui track limits, sono arrivate le nuove disposizioni che entreranno in vigore in vista del prossimo GP, quello di Spagna.

Qualcosa è cambiato rispetto alla gara della passata stagione, sono stati installati anche dei salsicciotti gialli all’esterno di curva 8, questo per impedire ai piloti di tagliare il circuito e guadagnare del tempo che potrebbe essere prezioso.

I piloti che sbaglieranno l’ingresso in curva 1 dovranno seguire un percorso differente per tornare in curva 3 senza ricevere una penalità.

La penalità

In caso di mancata osservanza di queste regole, il pilota perderà il tempo su giro, che sarà quindi cancellato. In caso di mancata osservanza dei track limits per due volte durante la giornata di gara, quindi domenica 9 maggio, sarà esposta la bandiera bianca e nera.

Passando alla chicane finale, in caso di approccio errato alle curve 13, 14 e 15, il pilota sarà penalizzato.

Ovviamente, se il pilota è costretto a superare i track limits imposti per causa di forza maggiore o durante una battaglia, non sarà sanzionato.

Da notare i salsicciotti, installati a ridosso di curva 8, dove i piloti facilmente uscivano fuori pista per guadagnare tempo.

Verstappen contro i track limits:

Sono passati cinque anni dall’esordio su questa pista di Max Verstappen, pilota olandese della Red Bull che nel corso di queste tre gare è stato penalizzato e non poco dal superamento dei limiti della pista, ecco le sue considerazioni al riguardo: “A causa dei track limits abbiamo già perso una pole position ed un giro veloce. Io metterei più ghiaia ma molti non la vogliono”.

Non ci resta allora che aspettare lo spegnimento dei semafori a Montmelò , ecco gli orari per seguire in diretta il Gran Premio di Spagna su Sky Sport F1 e su TV8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *