F1 Sprint Race: E’ ufficiale! Si parte a Silverstone

F1 Sprint Race

La F1 sta per cambiare, arriva la Sprint Race! Si tratta di una piccola rivoluzione all’interno del Circus, che porterà però, novità davvero interessanti già dal Gran Premio di Silverstone.

Cosa cambierà?

I cambiamenti li vedremo già dal venerdì con un’ora di prove libere che anticiperanno le prove ufficiali per definire la griglia della mini gara del sabato pomeriggio. Quest’ultima, servirà per stabilire la griglia di partenza del Gran Premio della domenica, inoltre, darà dei punti ai primi tre classificati che andranno ad impattare nella classifica del mondiale.

Una votazione che non lasciava spazio ai dubbi, tutti infatti hanno detto sì alla gara sprint, adesso quindi, si procederà con la sperimentazione, questa fissata per il weekend di Silverstone del 18 luglio e poi in Italia, con il Gran Premio di Monza del 12 settembre.

Manca ancora una terza tappa, ancora incerta a causa della situazione che stiamo vivendo.

F1 Sprint Race, diventà realtà

Il programma del Gran Premio di Gran Bretagna e in quello d’Italia quindi, verrà rivoluzionato, con un venerdì fatto prima di prove liere e poi una sessione di qualifica, questa servirà a stabilire la griglia di partenza della Sprint Race che poi andrà a formare la griglia di partenza della gara vera e propria. Ricordo inoltre, che ai primi tre andranno 3, 2 e 1 punto.

Gli orari del GP del Portogallo

Il “programma”

Partiamo dal venerdì mattina, con una sessione di prove libere che durerà un’ora e con due set di gomme per ogni squadra. Poi ci sarà la qualifica così, come la conosciamo da sempre, con il Q1, il Q2 e il Q3. Arriviamo a sabato con una seconda sessionedi prove libere ma con un solo set di gomme, poi si passerà alla gara sprint di 100 km con due set di gomme. Per concludere, domenica si correrà la gara classica con i due set di gomme che restano ai team.

La regola del parco chiuso:

Il parco chiuso inizierà con largo anticipo, già dalla partenza delle qualifica di venerdì, questo per evitare la costruzione di monoposto create apposta per la qualifica. Il parco chiuso blindato invece, partirà con la gara sprint quindi dopo la qualifica i team potranno modificare solo la distribuzione dei mesi e modifare il sistema del raffreddamento del motore e cambio in base alla situazione climatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *