F1, Leclerc: “Mercedes e Red Bull di un altro pianeta”

Charles Leclerc giovane e ambizioso pilota Ferrari commenta il post qualifica del Gran Premio dell’Emilia Romagna e del Made in Italy. Il giovane monegasco partirà dalla seconda fila, proprio accanto all’olandese della Red Bull Max Verstappen.

Le qualifiche:

Per Ferrari sono state qualifiche davvero difficili, proprio lì sul filo, considerando che si andava ad aggiungere anche la regola dei track limits, a proposito, se te la sei persa, ti lascio il link per recuperare qui.

Charles si è piazzato in quarta posizione, una posizione importante soprattutto se consideriamo che a Imola superare è molto difficile, quasi impossibile.

Le parole di Leclerc:

Ed è proprio pensando alla gara che il giovane monegasco si sente fiducioso con una partenza che prevederà le gomme soft, ecco come ha commentato subito dopo la qualifica: “Quarto posto? Ieri sì, ci credevo. Stamattina dopo le FP3 di meno, ci ha sorpreso la McLaren. Sono andati molto forte oggi e hanno trovato qualcosa rispetto a ieri. Ho fatto un buon giro ma Mercedes e Red Bull sono di un altro pianeta, anche se in futuro possiamo fare cose belle sicuramente. Ieri ho fato un piccolo errore nel mio giro che mi è costato 7-8 centesimi, per quello ero frustrato in radio. Adesso sono contento, la macchina è bilanciata bene, il focus adesso è trovare la performance generale, il bilanciamento è buono e non c’è qualcosa di sbagliato al momento sulla macchina. Non siamo però ancora a livello di Red Bull e Mercedes ma su questo stiamo lavorando. La partenza con gomme soft? Credo che questo ci aiuterà ma dobbiamo aspettare domani per capire se abbiamo fatto la scelta giusta”.

L’attesa per domani

E cresce sicuramente l’attesa per domani, con un Lewis Hamilton che ha conquistato la sua 99esima pole in carriera e con le due Red Bull lì, pronte a dargli fastidio. Chi salirà sul podio? Domani vi ricordo la diretta testuale, a partire dalle 15 qui su f1racegp!

-> Se ti sei perso le qualifiche, ecco come recuperarle qui <-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *