Antonio Giovinazzi contro Nikita Mazepin: “Non ha rispetto”

Un sabato pomeriggio difficile per Antonio Giovinazzi, qui a Imola. Il pilota italiano domani partirà dalla 17esima posizione, non è riuscito infatti, a superare il Q1 andando contro ogni aspettativa.

Stessa sorte per l’altro pilota Alfa Romeo, Kimi Raikkonen che domani partirà dalla 16esima piazza, anche lui ha avuto delle difficoltà a superare la prima parte di qualifica.

L’intervista di Giovinazzi:

Qualifiche concluse si punta alla gara di domani, ma Antonio proprio dopo nelle interviste di routine ha puntato il dito contro il russo della Haas, Nikita Mazepin che lo avrebbe ostacolato proprio al termine della sessione: “Mi sembra piuttosto chiaro che noi ci rispettiamo l’uno con l’altro iniziando il giro, mentre Mazepin non ha rispetto e non è corretto per un giro di qualifica. Io non ho potuto fare il mio ultimo giro. Diventa difficile dire qualcosa. Se gli ho parlato? Non ancora. Su questo circuito è difficile superare, quindi vedremo cosa faremo nel primo giro, sarà però sicuramente una gara difficile”.

Queste le parole del giovane pilota pugliese, diverse invece quelle del suo compagno di squadra Raikkonen che per quattro decimi non è riuscito a superare la soglia, ecco come ha commentato subito dopo la bandiera a scacchi: “Ovviamente sarebbe stato meglio guidare piuttosto che dover essere qui a parlare, ma abbiamo fatto del nostro meglio. Eravamo poco fuori, la macchina non ha niente di sbagliato, eravamo semplicemente lontani. Dobbiamo vedere come sarà il tempo domani e cercare di fare la scelta giusta, soprattutto in caso di pioggia”.

E chissà domani come si concluderà una delle gare più attese di sempre, con un Lewis Hamilton che partirà dalla prima posizione e con le due Red Bull lì, pronte a metterlo in difficoltà e come ha commentato il pilota della Ferrari Charles Leclerc, sembrano essere di un altro pianeta.

Appuntamento domani alle 15:00 su f1racegp!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *