Charles Leclerc sotto accusa? I duri attacchi di Villeneuve e Alonso

Il pilota monegasco della Ferrari è stato messo sotto accusa da due nomi importanti, il primo è Jacques Villeneuve e l’altro è il pilota dell’Alpine Fernando Alonso, ecco le dure parole che hanno usato nei confronti del pilota della Ferrari.

Duri attacchi a Charles

Il pilota della Ferrari dopo una pole conquistata subito dopo essere finito contro le barriere alle Piscine sul tracciato di Montecarlo, non ha preso parte al Gran Premio di Monaco. Ferrari ha infatti, deciso di non far partire il suo pilota neanche dalla pit lane, quando tutto sembrava essere perfetto, partenza dalla pole e vittoria assicurata, una vittoria che manca da troppo tempo a Maranello.

Una delusione sia per Charles che per i numerosi tifosi che dopo l’errore in pole ha distrutto il semiasse della sua monoposto, rottura già notata dai meccanici Ferrari lo stesso giorno, una rottura nella parte sinistra della SF21, il danno però, si è presentato anche nella parte destra a poche ore dalla gara.

Le parole di Villeneuve

Probabilmente l’impatto contro le barriere ha danneggiato la monoposto in entrambi i lati, di questo ne è sicuro Jacques VIlleneuve che ha usato parole poco dolci nei confronti del giovane pilota e anche nei confronti della Ferrari: “Charles può soltanto incolpare se stesso per l’incidente di sabato. Non si può essere tristi per lui, penso che la scuderia potesse prendersi un rischio, la macchina poteva funzionare. Partiva dalla pole con la possibilità di vincere”.

… E le parole di Fernando Alonso

Durissime anche le parole del pilota spagnolo dell’Alpine Fernando Alonso che ha anche commentato il secondo posto di Carlos Sainz che per tutti, visto il 2020 si è trattato di una piccola vittoria: “Ricordo i tempi in cui facevo nove o dieci podi a stagioni e arrivare secondo sembrava un funerale. Mi chiedevano quando avrei vinto. Ora le cose sono cambiate, ecco perchè dico che molti dei miei 97 podi non sono stati abbastanza rispettati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *