McLaren, l’anno della rinascita per il team di Woking

McLaren 2019

McLaren e la sua rinascita

Per la McLaren nel 2019 non sono di certo mancate le emozioni, per il team di Woking è stato un anno di rinascita. Conquistano così il quarto posto mondiale con due piloti pieni talento.

L’anno della rinascita:

Metti due piloti giovani e pieni di talento, come Carlos Sainz e Lando Norris, metti le strategie giuste e anche un pizzico di ambizione che non guasta mai, ed ecco il risultato di un team in rinascita come McLaren.

Per il team inglese è stata una stagione davvero incredibile, dopo il disastro Honda, è risalita alla grande nella classifica, conquistando addirittura un terzo posto con Carlos Sainz durante il gran premio del Brasile, tornando sul “podio” festeggiato successivamente, dopo cinque anni.

Merito anche del team principal Andreas Seidl, che ha saputo gestire entrambi i piloti e tutto il team, mettendolo sulla direzione giusta per la conquista del quarto posto del mondiale costruttori.

Le parole di Andreas Seidl:

Concludere il mondiale con un quarto posto e il mondiale piloti con il sesto e undicesimo posto è un grande traguardo, voglio ringraziare ogni singolo membro della squadra e anche i colleghi della Renault per il lavoro svolto alla perfezione. Compimenti anche a Carlos e Lando per tutto quello che hanno fatto fuori e dentro la pista

McLaren nel 2020

Il team inglese pensa già al futuro dopo il gran premio di Abu Dhabi, ma cosa sappiamo della monoposto arancione?

Anzitutto, sappiamo che la British American Tobacco (BAT) ha apprezzato i risultato della scuderia ed ha quindi deciso di aumentare la propria sponsorizzazione in vista del 2020.

Quindi, alla vigilia del gran premio di Abu Dhabi la BAT ha annunciato che sarà affianco alla McLaren anche nel 2020, ma con una quantità maggiore di denaro.

Questo significa che nella prossima stagione la livrea del team britannico subirà delle modifiche molto evidenti, che ovviamente non saranno svelate fino a febbraio. Questo lo annuncia anche Zak Brown, amministratore delegato della McLaren.

Non scomparirà ovviamente il color papaya che ha contraddistinto la monoposto fino ad oggi, l’arancio infatti continuerà ad essere il colore di riferimento della McLaren.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *