Gran Premio di Azerbaijan: Tutte le novità che ci attendono a Baku

Sta per tornare l’appuntamento con la Formula Uno, ancora qualche giorno e poi si ricomincia con il gran premio dell’Azerbaijan, un circuito quello di Baku che ogni anno ci regala grandi emozioni, ma quali sono le novità che ci potrebbero attendere a Baku?

A Shanghai ci siamo lasciati con tante domande:

Sicuramente non si è concluso secondo le aspettative il gran premio di Cina e con tanti punti di domanda, che ci portiamo dietro ormai dall’Australia.

Domande, che forse a Baku troveranno una risposta, soprattutto per quanto riguarda le prestazioni delle due Ferrari, in evidente difficoltà ormai da tre gran premi.

Redbull e motore Honda:

Tra Mercedes e Ferrari c’è un terzo ed è Max Verstappen, l’olandese 21 enne pilota della Redbull ha saputo dimostrare tanta grinta e in questo momento si trova terzo nella classifica del mondiale, davanti a lui i due piloti Mercedes, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, dietro ci sono i due Ferrari, Sebastian Vettel e Charles Lecrerc.

L’anno scorso è stata una stagione particolarmente complicata per il motore Honda, vi ricordate tutti i problemi di affidabilità alla Power Unit di Daniel Ricciardo?

Quest’anno, invece il motore Honda sembra esserci e la Redbull sembrerebbe essere in lotta per il mondiale, la RB15 di Max Verstappen e del compagno di scuderia Pierre Gasly avrà a disposizione a Baku un nuovo propulsore, per intenderci, arriveranno in Azerbaijan con 20 cavalli in più, ottimi se si pensa che Baku è un circuito dove il motore potrebbe fare la differenza.

A Baku il motore farà la differenza:

Sarà per certo il motore, quello che farà la differenza in un circuito come quello di Baku, dove si presenta un lungo rettilineo di 2.2 chilometri.

Intanto sono già state comunicate le mescole che accompagneranno i piloti nel prossimo appuntamento, eccole:

Mescole GP di Azerbaijan:

La FIA ha da poco comunicato il numero di set di gomme scelti da ogni pilota.

Le mescole messe a disposizione per Baku saranno le C2, (Hard) C3 (Medium) e C4 (Soft)

Infatti, avremo davanti un circuito cittadino, che sorge nel bel mezzo di imponenti edifici, tutto questo sarà da sfondo ad un circuito molto stretto, come tutti i circuiti cittadini, con un asfalto che avrà delle temperature diverse.

Il gran premio inizierà dopo le 16,00 quando in Italia saranno le 14:10, c’è da dire che la temperatura dell’asfalto si abbasserà dopo il tramonto, ma non avremo modo di vederlo e di testarlo prima della gara proprio perchè sia le prove libere che la qualifica si svolgeranno ad orari diversi.

Ma andiamo ad analizzare la scelta delle gomme:

La Ferrari opta per una scelta molto più conservativa rispetto a quella dei rivali in argento, infatti la scuderia di Maranello arriverà a Baku con un set di Soft in meno, al suo posto ci sarà un set di Medium, mentre avranno a disposizione sia Charles Leclerc che Sebastian Vettel un set di Hard a testa.

Renault invece punta tutto sulla mescola più morbida, una scelta un pò estrema, infatti, i piloti del team francese arriveranno a Baku con 10 set di gomme Soft, soltanto un set di Medium per Daniel Ricciardo, mentre 2 set per il suo compagno di squadra Nico Hulkenberg.

Stessa scelta sia per la Mclaren che per la Racing Point, da come si denota dall’immagine offerta da Pirelli.

Strategie invece, abbastanza simili per tutti gli altri, che mantengono l’equilibrio, un pò come l’Australia e la Cina.

Il circuito di Baku:

Baku è un circuito cittadino nello stato di Azerbaijan, la sua lunghezza è di 6.003 metri, un circuito con 20 curve inaugurato per la prima volta nel 2016.

Un circuito ricavato da una delle strade della capitale, realizzato da Hermann Tilke, uno dei circuiti più lunghi, dopo di questo c’è quello di Spa- Francorchamps in Belgio.

Una pista nella quale è importante il motore, infatti si alternano velocità e frenata, le curve più caratterizzanti del circuito sono in curva 8, 9 e 10, curve molto strette tipiche di un circuito cittadino.

Nel 2016, anno di inaugurazione del circuito è Nico Rosberg a vincere, con la Mercedes, che qui vanta il maggior numero di vittorie, solo una per la Redbull nel 2017 con Daniel Ricciardo.

E’ Lewis Hamilton a vincere nel 2018.

Gli orari di Baku:

L’appuntamento con la Formula Uno torna nella settimana dal 25 al 28 aprile, si aprirà con la conferenza stampa piloti il 25 aprile, mentre per quanto riguarda le prove libere 1 potrete seguirle in live timing su f1racegp.com o vederle in diretta su Sky Sport F1 venerdì 26 aprile: PL1 dalle 11 del mattino mentre le PL2 dalle 15:00 del pomeriggio (ora locale).

Per quanto riguarda la giornata di sabato, l’appuntamento è con le prove libere 3 alle 12:00 mentre le qualifiche saranno a partire dalla 15:00.

Domenica è il giorno della gara, i semafori si spegneranno alle 16:10 ora locale.

Chi è il favorito a Baku?

Il favorito, secondo i bookmaker rimane sempre Lewis Hamilton con una quota di 2,75, dopo di lui c’è il pilota della Ferrari Sebastian Vettel che qui, non ha mai vinto.

Stessa quota, 4,25 sia per il pilota Mercedes Valtteri Bottas che per il giovane pilota monegasco della Ferrari Charles Lecrerc.

Classifica Piloti:

Ecco come in questo momento si presenta la classifica piloti dopo il gran premio di Cina:

  1. Lewis Hamilton (Mercedes) 68 punti
  2. Valtteri Bottas (Mercedes) 62 punti
  3. Max Verstappen (Redbull) 39 punti
  4. Sebastian Vettel (Ferrari) 37 punti
  5. Charles Lecrerc (Ferrari) 36 punti
  6. Pierre Gasly (Redbull) 13 punti
  7. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) 12 punti
  8. Lando Norris (McLaren) 8 punti
  9. Kevin Magnussen (Haas) 8 punti
  10. Nico Hulkenberg (Renault) 6 punti
  11. Daniel Ricciardo (Renault) 6 punti
  12. Sergio Perez (Racing Point) 5 punti
  13. Alexander Albon (Toro Rosso) 3 punti
  14. Lance Stroll (Racing Point) 2 punti
  15. Daniil Kvyat (Toro Rosso) 1 punto
  16. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) 0 punti
  17. Romain Grosjean (Haas) 0 punti
  18. Carlos Sainz (McLaren) 0 punti
  19. George Russell (Williams) 0 punti
  20. Robert Kubica (Williams) 0 punti

Classifica costruttori:

Punti di distanza netti invece, per quanto riguarda la classifica costruttori, che a tre gare dall’inizio si presenta già così:

  1. Mercedes (Bottas – Hamilton) 130 punti
  2. Ferrari (Vettel – Lecrerc) 73 punti
  3. Redbull Racing (Verstappen – Gasly) 52 punti
  4. Renault (Ricciardo – Hulkenberg) 12 punti
  5. Alfa Romeo Racing (Raikkonen – Giovinazzi) 12 punti
  6. Haas f1 Team (Grosjean – Magnussen) 8 punti
  7. McLaren (Norris – Sainz) 8 punti
  8. Racing Point (Stroll – Perez) 7 punti
  9. Toro Rosso (Albon – Kvyat) 4 punti
  10. Williams (Russell – Kubica) 0 punti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *