Formula Uno: test di Barcellona – l’analisi tecnica – Due giorni di test sono bastati per capire le difficoltà di Ferrari? – gran premio di Monaco – tutti i dettagli di Monte carlo – Orari e dirette

Sono finiti i due giorni di test che precedono il gran premio di Monaco, due giorni sicuramente molto intensi per i vari team che hanno avuto modo di provare e di testare tutti gli importanti aggiornamenti e raccogliere i dati delle varie monoposto.

Sicuramente il divario tra Mercedes e Ferrari è ancora molto evidente, anche nei test di Barcellona, da dove ci siamo lasciati con una vittoria netta di Lewis Hamilton e con la quinta doppietta consecutiva da parte di Mercedes, che anche qui ha saputo fare la differenza.

Molti di loro avranno sicuramente cercato di prepararsi al meglio per il prossimo gran premio, quello di Monaco, anche se in realtà Barcellona e Monaco sono due piste completamente diverse anche per quanto riguarda l’assetto meccanico.

Due tracciati completamente diversi tra loro dove il favorito per la vittoria è Lewis Hamilton, solo quarto Sebastian Vettel.

Qual è il problema della Ferrari?

La crisi della Ferrari non sembra avere fine, lo dimostra soprattutto l’ultima gara, dove è arrivata un’altra vittoria schiacciante di Mercedes.

Nessuna delle due Ferrari è riuscita a salire sul podio in Spagna, a salire sul terzo gradino è stato Max Verstappen che ha conquistato quel podio tanto desiderato dall’inizio della stagione.

Il team principal Ferrari, Mattia Binotto in un’intervista fatta subito dopo la quinta vittoria delle Frecce d’Argento ha ammesso di non sapere esattamente quale sia il motivo di questa Ferrari così impreparata ad affrontare una Mercedes (e forse anche una Red Bull) così competitiva.

Mancano delle vere risposte quindi, ancora, che non sono arrivate neanche con i recenti test di Barcellona.

Proprio a Barcellona, questo inverno, la SF90 di Seb e Charles sembrava essere nettamente più in forma e sembrava andare tutto secondo le aspettative.

Cosa è successo allora?

Le debolezze della Rossa sono emerse soprattutto nello scorso weekend di gara, dove a fatica è riuscita a chiudere al quarto e quinto posto, dopo la Red Bull di Max e prima dell’altra Red Bull del francese Pierre Gasly e della Haas di Kevin Magnussen.

Adesso i punti di distanza per quanto riguarda la classifica costruttori sono davvero tanti tra Mercedes e Ferrari, esattamente 96, davvero tanti se si pensa che siamo ancora alla quinta gara della stagione.

La strada ancora è lunga e Monaco potrebbe essere un trampolino di lancio per la Rossa, che arriva con la nuova power unit, cambiata durante il gran premio di Spagna, molto in anticipo, rispetto al gran premio previsto, quello del Canada.

I due giorni di test a Barcellona:

I due giorni di test a Barcellona hanno ancora una volta dimostrato la superiorità di Mercedes, ancora una volta la più veloce in pista con Valtteri Bottas il primo giorno di test.

Per quanto riguarda invece, il numero di giri effettuati in testa c’è la Ferrari che che tra il primo giorno con Charles Leclerc e Sebastian Vettel e il secondo giorno di test con lo stesso Charles e Antonio Fuoco ha girato per un totale di 512 giri.

Saranno serviti a comprendere a fondo le difficoltà della scuderia di Maranello?

I dati che sono stati raccolti in queste due giornate sono sicuramente stati tanti.

Vettel ha cercato di provare nuove mescole, per quanto riguarda la seconda giornata, invece, con Antonio Fuoco gli ingegneri della Rossa hanno provato a raccogliere quanto più dati possibili per il gran premio del Principato.

Il gran premio di Monaco:

La Formula Uno si trasferisce quindi nel principato, una volta terminati i test stagionali, qui si partirà giovedì a differenza degli altri gran premi che prevedono le prove libere a partire da venerdì.

Il circuito di Monte Carlo è un circuito cittadino, lungo 3 km con 19 curve, la sua inaugurazione è avvenuta nel 1929, i giri da percorrere qui sono 78.

Un circuito storico quindi, quello di Monaco dove lo scorso anno a salire sul gradino più alto del podio è stato Daniel Ricciardo, partito dalla pole position.

Secondo Sebastian Vettel e terzo Lewis Hamilton.

Il giro più veloce in pista invece, è stato quello di Max Verstappen, al sessantesimo giro il cronometro ha segnato 1:14.260.

Tutti gli orari del gran premio di Monaco e la diretta:

Se non volete perdervi assolutamente niente del gran premio più esclusivo del calendario, tra yacht e lusso ecco tutti gli orari della diretta Sky Sport Formula 1:

Giovedì 23 maggio:

Si parte giovedì 23 maggio con le prove libere 1: la diretta sarà dalle 11:00 alle 12:30

Dalle 15:00 alle 16:30 invece, non perdetevi le prove libere 2

Sabato 25 maggio:

Si passa a sabato, con le prove libere 3 dalle 12:00 alle 13:00

Le qualifiche, invece vi attendono dalle 15:00 alle 16:00

Domenica 26 maggio:

Si parte con il gran premio di Monaco, a partire dalle 15:10 in diretta su Sky Sport Formula 1 e in diretta testuale qui, su f1racegp.com

Orari differita:

Se non avete modo di vedere la diretta Sky potrete optare per la differita su TV8

Sabato 25 maggio alle ore 18:00 andrà in onda la replica delle qualifiche

Domenica 26 maggio sempre alle 18:00 ci sarà la replica della gara del gran premio del Principato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *