Formula Uno: Test Bahrain minuto per minuto: ecco come si sono conclusi

Si è da poco conclusa la seconda sessione di test in Bahrain, ecco cosa è successo, nell’attesa di gustarci il gran premio di Cina, il 14 aprile.

  • Semaforo verde in Bahrain!
  • In pista entra subito Mick Schumacher, intanto le condizioni meteo sono migliorate rispetto a ieri, la pioggia è cessata.
  • Intanto per adesso Sainz è il più veloce
  • intanto Russell oggi è alla guida della Mercedes
  • Schumacher oggi proverà l’Alfa, mentre Vettel è tornato in possesso della SF90

  • Buono il tempo di Lando Norris: 1:31.391
  • intanto Sebastian Vettel: 1:29.435 dopo circa quindici giri
  • Verstappen: 1:29.379
  • Arriva anche il primo tempo cronometrato di Schumi Jr. 1:35.115
  • intanto si migliora Schumacher: 1:32.296
  • intanto arriva Stroll e fa un tempo di 1:30.429
  • Kvyat intanto arriva a 55 giri, dietro di lui Sainz con 50 giri
  • arriva la pausa di almeno un’ora
  • intanto Alonso è pronto per salire sulla McLaren e sostituire Carlos Sainz
  • Stroll invece, sarà sostituito da Perez nel pomeriggio
  • intanto arrivano i primi 5 giri per Fernando Alonso, ma non segna nessun tempo ancora
  • Albon supera i 100 giri
  • tempo di Mick Schumacher: 1:30.170
  • intanto arrivano i 100 giri anche per Kvyat
  • Perez sale in terza posizione con la sua Racing Point, con un tempo di 1:29.649, scende quindi in quarta posizione Mick Schumacher
  • Arriva anche Grosjean per Haas che segna un tempo di 1:35.773
  • Russell intanto è in prima posizione con la Mercedes oggi
  • arriva la bandiera a scacchi, il miglior tempo è di George Russell con Mercedes: 1:29.029 (101 giri)
  • Sebastian Vettel chiude invece, in terza posizione con la sua Ferrari SF90: 1:29.319 (103 giri)

L’appuntamento con la Formula Uno torna dal 12 al 14 aprile, per il gran premio di Cina, lo scorso anno sul gradino più alto del podio è salito Daniel Ricciardo, quest’anno riuscirà a trovare un riscatto dopo due gran premi, quello di Melbourne e quello del Bahrain, andati male per il pilota australiano passato quest’anno alla Renault?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *