Ferrari 2020: Tutte le anticipazioni, aerodinamica e power unit

Ferrari 2020

Ecco svelata la Ferrari del 2020

Quello che sappiamo è che la Ferrari del 2020 punta a vincere il Mondiale, il titolo infatti, manca ormai da molti anni.

Kimi ultimo re

A trionfare in casa Ferrari è stato proprio Kimi Raikkonen nel 2007. Il pilota finlandese è adesso all’Alfa Romeo accanto ad Antonio Giovinazzi.

Una Ferrari che negli ultimi anni ha visto una Mercedes competitiva, sicura, perfetta e inarrivabile. Una Regina d’Argento che ha dominato tutte le stagioni ibride.

Ma torniamo al 2019, un campionato che si è rivelato un fallimento, tranne che per il gran premio di Monza, vinto da Charles Leclerc in una domenica di fine estate.

Sebastian Vettel invece, ha commesso numerosi errori in tutta la stagione, alcuni dettati dalla voglia di vincere altri causati dal muretto box.

Ma la SF90 in realtà non è mai stata così competitiva come le Frecce d’Argento di Lewis Hamilton e Vallteri Bottas e questo lo sappiamo.

Ferrari 2020, punta a vincere il titolo:

Adesso quindi, si deve rimediare, si deve guardare oltre e tornare a lottare in una stagione già lunga, con 22 gran premi e un regolamento cambiato soltanto in piccoli punti, ma praticamente uguale a quello del 2019.

Come sarà quindi questa nuova Rossa?

Sappiamo già che verrà presentata ufficialmente martedì 11 febbraio. Quello che sappiamo inoltre, è che la nuova Rossa dovrebbe puntare tutto sull’aerodinamica verticale.

La speranza della Scuderia di Maranello è quindi quella di poter generare un maggiore carico senza però ostacolare la velocità della Rossa.

Grazie alla deportanza maggiore si potrà quindi raggiungere molto più facilmente la finestra di temperatura, questo servirà a poter utilizzare al meglio le mescole Pirelli.

Le novità davvero importanti riguarderanno comunque la power unit.

Quello che sappiamo è che si parla di un’architettura completamente rinnovata delle testate e un nuovo design delle camere di combustione del motore endotermico.

Verrà rinnovata anche la parte ibrida, inoltre potrebbe esserci un nuovo elemento meccanico che consentirà di avere meno rigidità alle sospensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *