F1 | Todt: “Ferrari? manca la macchina vincente, la colpa non è dei piloti”

Manca ormai davvero poco al primo gran premio della stagione, una stagione diversa sotto ogni punto di vista e il lavoro di Jean Todt in questi mesi non si è mai fermato, l’urgenza era quella infatti, di stilare un nuovo calendario con un tempo limitato e con pochi circuiti a disposizione.

Ecco le parole del presidente della FIA:

“Il nostro dovere era quello di cercare di risolvere i problemi, anche se questi problemi per noi sono stati nuovi, insieme a Chase Carey abbiamo lavorato ininterrottamente e abbiamo anche approfittato di questo momento per pensare al futuro di questo sport”.

Poi, Jean Todt commenta la possibilità di vedere una Ferrari in altre categorie, oltre alla Formula Uno: “Sono ottimista al riguardo, e sarei contento anche di vedere la Ferrari a Le Mans, ma non soltanto Ferrari, mi piacerebbe un giorno, vedere anche Mercedes e Red Bull”.

Poi, il presidente conclude sulle previsioni per quest’anno: ” Chi è stato forte rimane forte, ma ovviamente ci sono sempre le varianti. Per funzionare, bisogna trovare la giusta alchimia fra pilota macchina e team, ad esempio, Vettel ha vinto i suoi quattro titoli con una monoposto competitiva (Red Bull) poi niente con la Ferrari.

Uno degli argomenti più discussi in questo momento riguarda le gerarchie, Toto Wolff ha affermato di non imporre alcuna gerarchia tra i suoi due piloti della Mercedes, ma sarà davvero così, Carlos Sainz invece, che nel 2021 arriverà alla Ferrari ha già annunciato che farà da spalla al giovane Charles Leclerc, ma quindi chi e come decide di essere il secondo pilota? “Sono tutte c… Il primo o il secondo si decide dopo 4 o 5 gare, e questo vale in tutti i team”.

Quando ripartirà la Formula Uno?

Ci vediamo allora il 5 luglio per l’appuntamento con il gran premio di Austria, gran premio doppio perchè al Red Bull Ring si correrà anche il 12 giugno.

Per tutti gli aggiornamenti seguimi anche su FACEBOOK

Calendario prime 8 gare in Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *