F1 | Sebastian: “Mattia Binotto mi ha chiamato dicendomi che non ci sarebbe stato più spazio per me alla Ferrari”

E’ tanta la tensione in casa Ferrari, dopo la conferenza stampa di giovedì in Austria di Sebastian Vettel.

Il quattro volte campione della Rossa ha infatti, smentito le voci di un “no secco” alla Rossa, ecco le sue parole: “Non c’è mai stata alcuna offerta da parte della Ferrari per continuare. Ho ricevuto una chiamata da Mattia Binotto che mi ha detto che non ci sarebbe stato più spazio per me, sono rimasto molto sorpreso”.

La versione di Mattia:

Tante parole, tanta attesa e anche tanta tensione in casa Ferrari, ecco come ha risposto alla dichiarazione abbastanza scioccante di Seb il team principal della Ferrari Mattia Binotto: “Sebastian era la nostra prima scelta durante l’inverno, però la situazione è cambiata nel corso della pandemia ed è stato introdotto un budget cup aggressivo. Le regole previste per il 2021 sono state ritardate e sono stati bloccati gli aggiornamenti aerodinamici, abbiamo dovuto rivedere la nostra posizione ed è per questo che lo abbiamo comunicato a Sebastian, evidentemente sorpreso e ovviamente gli credo. Ancora oggi, non credo di essere sicuro di questa decisione. Rispetto Sebastian enormemente, sia come pilota ma anche a livello umano”.

Questo si prospetta un anno difficile per Ferrari, la SF1000 sembra infatti, essere ancora più indietro rispetto al 2019. Lo abbiamo visto durante i test a Barcellona e abbiamo avuto la conferma oggi, durante le FP1 e FP2, dove a brillare sono state sempre le Frecce d’Argento, ma con una novità in più. A conquistare il terzo tempo è stata a gran sorpresa una Racing Point, quella di Sergio Perez, considerata una W10 in rosa.

Una Racing Point che potrebbe creare non poche difficoltà a quei tre top team davanti, inclusa la Ferrari che dovrebbe portare degli aggiornamenti in Ungheria.

0 possibilità quindi in Austria? Staremo a vedere!

FACEBOOK

info@f1racegp.com

RACING POINT UGUALE A MERCEDES?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *