F1 Lewis Hamilton: “Ci sono giorni in cui odio il mio corpo”

Il sette volte campione di F1 Lewis Hamilton quattro anni fa è passato ad una dieta vegana e proprio ieri, ha postato su un Instagram un video post allenamento dove mostrava il suo fisico muscoloso che sicuramente non è passato inosservato.

Lewis

Si è più volte esposto parlando del suo corpo e del suo stile di vita e delle sue scelte e più volte ha raccontato di essere stata una persona molto magra e che ci sono stati dei giorni in cui il campione 36 enne ha odiato il suo corpo.

I risultati…

In quei pochi minuti di video, Lewis ha sfoggiato i risultati della dieta e degli allenamenti in palestra, il campione indossava soltanto dei pantaloncini, un corpo muscoloso, perfetto ma nonostante questo il pilota Mercedes ha ammesso: “L’allenamento per me è una lotta, lo è sempre stata. Ci sono giorni in cui non ho la motivazione” Lo stesso però ha invitato i suoi tantissimi followers a “rimanere coerenti, è la chiave, ma quello che conta di più è mangiare in modo sano”.

La F1 e Lewis Hamilton

Proprio nel post, il pilota della Freccia Nera racconta: “Ci sono giorni in cui semplicemente non ho la motivazione, giorni in cui odio il mio corpo, giorni in cui mi sento grasso o troppo magro. Il mio peso oscilla molto. Rimanere coerenti è la chiave ma la cosa ancor più importante è mangiare bene. Anche questo non è facile, sono certo che lo sapete”. poi continua: “L’allenamento è importante per aiutarti a manterene un atteggiamento positivo”.

LEGGI ANCHE: PERCHE’ LEWIS NON E’ STATO PENALIZZATO A IMOLA?

Proprio l’anno scorso, il campione del mondo ha parlato di salute mentale e dei diversi tentativi ello stesso di essere meno esigente: “Si tratta di trovare un modo per essere sicuri di amare se stessi, ho passato diverso tempo a cercare di prendermi del tempo per me, assicurandomi di apprezzarmi, riconoscendo anche i miei fallimenti”.

Si è trattato di un periodo difficile quello del lockdown che ha portato il sette volte campione del mondo a pensare al ritiro, poi però, è arrivato il suo settimo titolo che forse, presto diventerà ottavo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *