F1 | Lewis Hamilton attacca la Ferrari | Black Lives Matter

Dopo la vittoria del Gran Premio di Stiria il campione in carica Lewis Hamilton è tornato a parlare della lotta contro il razzismo. Il britannico ha accusato la Ferrari di non aver fatto e di non continuare a fare abbastanza contro la discriminazione.

Ecco come ha detto Lewis Hamilton dopo la gara: “Abbiamo visto i meccanici della Red Bull inginocchiarsi ed è stato bellissimo, ma guardate la Ferrari, ci lavorano migliaia di persone e da parte loro non ho sentito nessuna parola, nessuna assunzione di responsabilità sul tema e non lo faranno nemmeno in futuro”.

Poco prima dell’inizio del GP di Austria e dell’ultimo appuntamento sempre a Spielberg per il Gran Premio di Stiria diversi piloti hanno deciso di inginocchiarsi, altri invece, no.

Tra i piloti che non hanno aderito ci sono stati Max Verstappen e Charles Leclerc, quest’ultimo aveva attirato non poche polemiche. Ecco come ha commentato la scelta di alcuni piloti Lewis Hamilton: “Serve che F1 e FIA siano ancora più coinvolti, abbiamo bisogno delle squadre e che tutti facciano squadra. Alcuni piloti mi hanno chiesto ‘per quanto tempo dobbiamo continuare ad inginocchiarci?’.

Diverse invece, le parole di Toto Wolff, team principal della Mercedes: “Non dobbiamo giudicare nessuno in questa situazione. Nessun pilota è razzista, neanche quelli che scelgono di stare in piedi e dobbiamo rispettare il punto di vista di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *