F1 GP Russia | Vettel e Verstappen contrari alla penalità di Hamilton

Il Gran Premio di Russia è stato un appuntamento difficile per il britannico della Mercedes Lewis Hamilton che non è riuscito ad eguagliare il record di Michael Schumacher.

Non ha vinto la gara, gara che è stata vinta sempre da un’altra Mercedes ma questa volta del finlandese Valtteri Bottas, però è stato sicuramente un protagonista di Sochi. Il campione in carica, è stato penalizzato prima di 5″ e poi altri 5, in totale quindi dieci secondi da scontare per aver effettuato prove di partenza in un punto vietato.

L’appuntamento con il numero di vittoria di Michael è sicuramente stato rimandato al Gran Premio di Germania e durante la gara, non ha nascosto il suo disappunto per la penalità che gli è stata inflitta.

A difenderlo Sebastian Vettel e Max Verstappen che hanno espresso il loro punto di vista sulla faccenda, prendendo le difese del sei volte campione del mondo.

“Penso che se fai davvero qualcosa di pericoloso in pista, è giustificato – dice Sebastian – Ma se stai accellerando in corsia box oppure se commetti un’infrazione minore, non c’è motivo probabilmente di applicare dei punti di penalità”.

“Se il pilota causa un incidente è differente, la penalità ricevuta da Lewis era già abbastanza dura – dice l’olandese della Red Bull, Max Verstappen – Non è stato bello dove si è fermato, ma penalizzarlo con punti per quello, non sono sicuro sia stato corretto. Lo hanno già punito abbastanza con la penalità inflitta durante la gara”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *