F1 GP Giappone 2022: Vince Verstappen e conquista il secondo titolo

Il Mondiale Piloti 2022 ha un suo vincitore ed è Max Verstappen che proprio qui in Giappone, ha messo in cassaforte il suo secondo titolo nel corso di una gara sul bagnato molto difficile.

Una gara piena di difficoltà che però, ha permesso al giovane pilota olandese della Red Bull di conquistare il suo secondo titolo consecutivo. Un gran premio entrato nel vivo subito dopo la bandiera rossa arrivata dopo pochi giri dallo spegnimento dei semafori, gara costata il ritiro di Carlos Sainz, proprio nel primo giro, che a causa della pioggia battente ha subito il fenomeno dell’acquaplaning, niente da fare per la Ferrari numero 55 costretta al ritiro a metà del primo giro del Gran Premio del Giappone.

Cosa è successo a Suzuka?

Ma cosa è successo nel corso del Gran Premio del Giappone? Partiamo con il dire che la gara ha avuto inizio alle 7:00 del mattino, quindi qualcuno di voi sicuramente l’avrà persa.

Si parte sotto il diluvio e la Direzione Gara decide così, una partenza da fermo. Questo potrebbe riaprire le porte ad una vittoria di Charles Leclerc che per un attimo affianca la monoposto di Max Verstappen, che comunque riesce a mantere la prima posizione.

Gara da cancellare invece, per Carlos Sainz che perde la sua Rossa a causa della acquaplaning e causa l’ingresso della safety car in pista.

All’uscita dai box Pierre Gasly invece, colpisce un cartellone pubblicitario, ritiro anche per l’Alpha Tauri del pilota francese che si apre in radio, infuriato con la Direzione Gara perchè presente un trattore a bordo della pista proprio nel punto dell’incidente di Sainz.

La gara riparte con due ore di ritardo dietro la Safety Car, si andrà quindi, a tempo. Quaranta minuti sono quelli che restano per terminare la gara.

Max Verstappen comanda la gara senza rivali, tenendo un ritmo molto alto, inarrivabile da parte di tutti gli altri piloti. Charles Leclerc invece, chiude in terza posizione dietro a Sergio Perez nonostante sia arrivato al traguardo davanti al messicano.

Il monegasco della Ferrari poco prima del traguardo rispondendo agli attacchi di Perez, taglia la esse all’ultimo giro e per lui arrivano 5″ penalità proprio per aver ostacolato il pilota della Red Bull.

Sesto posto, sotto gli applausi del pubblico presente per Sebastian Vettel, prosssimo al ritiro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.