F1 Aston Martin: Ufficiale l’appello contro la squalifica di Sebastian Vettel

Diventa ufficiale l’appello di Aston Martin contro la squalifica ricevuta da Sebastian Vettel al termine del Gran Premio di Ungheria dopo un podio sofferto e meritato.

L’undicesima tappa Mondiale

Ha regalato l’emozione della prima vittoria al pilota francese dell’Alpine Esteban Ocon, secondo posto invece, per l’Aston Martin di Sebastian Vettel che dopo una gara senza errori si è ritrovato tolto quello che aveva conquistato. La causa? Secondo quanto appreso, non sarebbe stato possibile effettuale i normali controlli del carburante dell’AMR21 a causa della scarsa quantità presente sulla sua monoposto al termine del Gran Premio.

Punizione? La squalifica del pilota tedesco con un avanzamento in seconda posizione di Lewis Hamilton e con il terzo posto della Ferrari di Carlos Sainz.

Cosa ha fatto Aston Martin?

Si parlava già di un probabile ricorso ma proprio nelle scorse ore il team di Lawrence Stroll ha rilasciato un comunicato: “Aston Martin richiede di esercitare il diritto di revisione e inizia il procedimento di appello. Dopo che Sebastian Vettel aveva concluso il Gran Premio di Ungheria in seconda posizione, è stato squalificato a causa del mancato prelievo di un litro di carburante dalla sua monoposto a fine gara. Non c’è alcuna ipotesi che la monoposto numero 5 abbia beneficiato di qualche vantaggio in gara o che abbia infranto il regolamento poichè i dati del team indicavano che sulla AMR21 numero 5 erano presenti più di 1,0 litri di carburante. Il team ha richiesto di esercitare il diritto di revisione“.

Diventa così ufficiale il ricorso di Aston Martin nei confronti della FIA, nelle prossime ore scopriremo il risultato che potrebbe ridare al team e a Sebastian Vettel punti preziosi in ottica Mondiale Costruttori e Piloti.

Si tratta sicuramente, di una squalifica che ha fatto molto discutere già dopo la bandiera a scacchi e che ancora, con molta probabilità farà discutere gli appassionati di F1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *