Max Verstappen alla Red Bull fino al 2023

Il pilota olandese della Red Bull, Max Verstappen, ha rinnovato il contratto con la Red Bull, blindato fino al 2023.

Il rinnovo annunciato dal pilota:

E’ proprio Max ad annunciare la grande notizia attraverso i social, continuerà a lavorare con la Red Bull e lo farà fino al 2023.

Dopo la notizia del rinnovo di Charles Leclerc alla Ferrari, la Red Bull non ha di certo perso tempo e ha esteso il tempo di collaborazione con un giovane pilota che in questa stagione è maturato molto, dimostrando parecchia grinta.

I progressi:

Ci sono stati e si vedono, Honda e Red Bull hanno collaborato per dar vita a una monoposto seconda forza mondiale e continueranno a lavorare ancora per migliorarsi.

Il rinnovo di Max è soltanto l’inizio per il team Red Bull che vuole tornare a vincere il titolo e quindi lottare per il mondiale.

L’obiettivo di Max:

E’ quello di vincere e pensa di avere molte possibilità con il cambio di regolamento che avverrà però nel 2021.

L’arrivo di Honda e tutti i progressi che abbiamo fatto nel corso del 2019 mi hanno dato la motivazione per poter dare di più“. queste le parole del pilota olandese che nell’ultimo periodo però si è ritrovato al centro della bufera a causa delle dichiarazioni rilasciate sulla Ferrari alla testata olandese Ziggo Sport.

Verstappen e la Mercedes

Da qualche giorno, risuonava la possibilità di un futuro dell’olandese alla Mercedes. L’opzione in questione era anche un’opzione valida, ma a conti fatti forse, non così sicura.

Max infatti, deve aver pensato che il dominio delle Frecce d’Argento, un dominio che dura da 6 anni ormai, possa essere vicino alla fine.

Adesso le cose cambiano quindi in casa Mercedes, e a Hamilton non resta che rinnovare il suo ingaggio per un altro anno prima di dedicarsi al cinema.

Hamilton e Leclerc insieme?

Adesso quindi, diventa sempre più improbabile vedere un Lewis Hamilton, sei volte campione accanto a Charles Leclerc su una monoposto rossa.

Non ci resta che aspettare il rinnovo di Sebastian Vettel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *