Leclerc: “Sorpresi da Alpine e Alpha Tauri”

Ferrari chiude il Gran Premio del Qatar con un 7° e 8° posto, quello di Losail è stata una gara difficile che ha visto il Cavallino chiudere alle spalle di Alpine e Aston Martin.

Il Gran Premio del Qatar

Come scritto sopra, un Gran Premio in salita per la Ferrari che ha chiuso alle spalle di Alpine, grazie anche ad un podio conquistato con grande forza da Fernando Alonso.

La nota positiva per la Scuderia di Maranello è sicuramente quella di aver preceduto le due McLaren, quella di Lando Norris che ha chiuso in nona posizione alle spalle di Charles Leclerc e quella di Daniel Ricciardo, anonimo in dodicesima posizione.

Il monegasco del Cavallino, ha commentato così le prestazioni della Ferrari subito dopo la terzultima gara di questo 2021: “Ero contento dell’assetto della macchina, sono andato bene. Il distacco da Red Bull e Mercedes è stato quello che ci aspettavamo, la brutta sorpresa? Vedere la velocità di Alpine e Alpha Tauri”.

IL GRAN PREMIO DEL QATAR GIRO DOPO GIRO

Le parole di Carlos Sainz:

Davanti a Leclerc lo spagnolo Carlos Sainz che ci dice che le due Ferrari non hanno spinto di proposito, preoccupate dall’usura delle gomme: “Per fortuna abbiamo fatto più punti della McLaren. Avevamo però, paura di non arrivare alla fine con la gomma dura. Dopo una prima analisi abbiamo visto che avremmo potuto spingere, ma anche che gli altri sono stati più aggressivi noi e hanno pagato a caro prezzo con una foratura. Che peccato, è una gara un pò noiosa se non puoi attaccare, ci ha frenato la paura dell’usura”.

Le parole di Mattia Binotto:

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto, subito dopo la gara ha confermato che ad entrambi i piloti è stato chiesto di non spingere per evitare di usurare eccessivamente le gomme: “Purtroppo dobbiamo dire che la nostra macchina è la stessa che ha sofferto al Paul Ricard per quanto riguarda l’usura dlele gomme, questo per noi è un problema. Adesso la gestione gomme è migliore ma abbiamo chiesto ugualmente a Charles e Carlos di non spingere molto e di farlo solo a 10 giri dalla fine. Peccato per il doppio pit-stop, abbiamo avuto un problema di comunicazione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *