La Ferrari e tutte le carenze del 2019

Ferrari

Tutte le carenze della Ferrari del 2019

Quella del 2019 è stata una stagione molto difficile per Ferrari, ma quale sono state effettivamente le carenze della Rossa?

La Ferrari e le sue carenze

La Rossa di Maranello pensa già al futuro, un futuro ancora una volta con due piloti come Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Ma per guardare avanti bisogna anche dare ogni tanto un’occhiata al passato, cosa è accaduto in questo 2019 che è stato un pò un disastro per la SF90, con sole tre vittorie, numerose sconfitte e tanti, troppi errori.

Cosa non ha funzionato?

Arrivati a questo punto, tiriamo le somme e cerchiamo di capire cosa non ha funzionato in casa Ferrari, soprattutto perchè una monoposto che ha fatto la storia si è ritrovata a dover lottare e ad essere così tanto distante dalla rivale Mercedes?

Anzitutto partiamo dai problemi tecnici del progetto della SF90, quella mancanza di carico verticale che è costata molto cara, creando quella instabilità che ha reso la Rossa molto impossibile da guidare, soprattutto durante i tratti lenti.

Passiamo poi alle gomme, la buona riuscita di una monoposto dipende anche dalle gomme, e l’incapacità di comprenderle a fondo è costata anche qui cara alla Ferrari.

Il fattore umano:

Non solo un fattore tecnico, ma sono stati numerosi anche tutti quelle piccole sviste che hanno distrutto i sogni di vittoria.

Partiamo dai numerosi errori di strategia, errori costati cari ai due piloti della Ferrari. Pit stop difficili, imperfetti.

Passiamo poi alla gestione dei due piloti, una gestione difficile per Mattia Binotto, soprattutto durante la seconda parte della stagione.

Il compito sicuramente non era facile, certo, con due piloti che volevano tutto, come hanno ribadito più volte, ma l’impressione che ci ha dato è stata quella di una gestione sbagliata. La parte del primo pilota era tutta del tedesco, il secondo invece, il compagno di squadra monegasco che non ha accettato di essere secondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *