Horner: “Vettel alla Red Bull? Non funzionerebbe con due maschi alfa”

Vi piacerebbe rivedere Sebastian Vettel alla Red Bull? anche se molti di voi risponderanno sicuramente di sì, Christian Horner afferma che sarebbe impossibile un ritorno di Seb in blu, proprio perchè avere due maschi alfa, anzi due piloti alfa, sarebbe controproducente per tutto il team.

Accadeva una settimana fa:

E’ già passata una settimana dal divorzio che ha fatto male a tanti, il 2020 si concluderà quindi con l’addio di Sebastian e un suo possibile ritiro se non troverà un sedile libero. A sostituirlo sarà Carlos Sainz, giovane spagnolo figlio d’arte, adesso alla McLaren.

Il sedile McLaren? nel 2021 ha già trovato un occupante, Daniel Ricciardo. Queste manovre quindi, mettono a rischio il futuro del quattro volte campione, quattro volte proprio con la Red Bull dove adesso il pupillo è proprio Max.

Pur essendo in buoni rapporti con il team, un ritorno di Seb in blu non è sarebbe ben visto da Marko e co. e a confermarlo è il team principal Christian Horner: “Credo sia impossibile rivedere Seb alla Red Bull, siamo già impegnati a lungo termine con Max Verstappen e poi c’è Alexander Albon che sta facendo un buon lavoro. La storia ci insegna che due maschi alfa vicini non tendono a fare bene, anzi sarebbe controproducente. Siamo felici della nostra line up e sono sicuro che Sebastian avrà altre possibilità. Se ha scelto di andare via dalla Ferrari vuol dire che le cose non funzionavano“.

Il campione senza un top team:

Al momento quindi, per Sebastian Vettel non sembrerebbero esserci delle possibilità di rimanere in un top team nel 2021. L’unico team che in questo momento ha un posto vuoto è la Renault, con il passaggio nel 2021 di Ricciardo in McLaren, ma lo stesso team francese ha confermato di voler accogliere un pilota dalla academy il prossimo anno.

L’unica possibilità potrebbe essere in Mercedes, ma è ancora presto per scoprirlo, attualmente come ha dichiarato lo stesso Toto Wolff, la scuderia vuole concentrarsi sui piloti attuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *