Hamilton e l’errore a Baku, da primo a ultimo

Lewis Hamilton aveva la vittoria in tasca in Azerbaijan dopo l’incidente di Max Verstappen, una vittoria sfumata per un errore che gli ha fatto chiudere la gara in fondo alla classifica, fuori dal podio e fuori dalla zona punti.

Un colpo di scena clamoroso, il finale che non ti aspetti che ha visto i due contendenti al titolo, Max Verstappen e Lewis Hamilton fuori dai giochi. Un finale che però ci ha fatto sorridere, per il secondo posto di Sebastian Vettel, che sicuramente è piaciuto a tutti noi.

Purtroppo, fuori dal podio Charles Leclerc che non è riuscito a chiudere quel sorpasso su Pierre Gasly, il francese dell’Apha Tauri è arrivato terzo.

L’errore di Lewis Hamilton

Dopo l’incidente di Max Verstappen che ha causato la bandiera rossa e la ripartenza dalla griglia, Lewis Hamilton ha provato di tutto per prendersi quella prima posizione occupata dal messicano della Red Bull Sergio Perez. Ed è qui che è arrivato il clamoroso e inaspettato errore del britannico che è finito lungo nel tentativo di sorpasso. Il pilota Mercedes è rientrato subito in pista ma ormai la gara era compromessa ad un solo giro dalla fine.

Rivivi la gara giro dopo giro qui

Una vittoria sfumata per entrambi i piloti, Lewis è rientrato in pista all’ultimo posto, ha guadagnato alla fine una posizione grazie alla penalità di 10″ inflitta a Nicholas Latifi. Sicuramente il Gran Premio di Azerbaijan è stata un’occasione persa per entrambi, un GP che avrebbe potuto fare la differenza, ecco le parole di Lewis Hamilton, molto amareggiato subito dopo la gara: “Scusate ragazzi, scusate davvero. Il bottone dopo la partenza l’ho spento?” Subito è arrivata la risposta da parte del team: “Stai tranquillo, non fa niente Lewis. Si l’hai spento”.

Quindi, è da escludere il problema tecnico subito dopo la ripartenza, ma un errore che è costato molto caro al sette volte campione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *