GP Bahrain: quanti colpi di scena!

Vince Lewis Hamilton il gran premio del Bahrain a gran sorpresa, dietro di lui c’è il suo compagno di squadra Valtteri Bottas reduce da un primo gradino del podio in Australia, terzo Charles Leclerc, colui che ha dominato le qualifiche e che stava dominando anche la pista del deserto, la rivelazione Ferrari, che però ha visto svanire il suo primo gradino del podio a dodici giri dalla fine, a causa di un problema all’ERS che ha rallentato notevolmente la monoposto.

Gli permette di conservare il terzo posto la Safety Car, entrata in pista a pochi giri dalla fine, a causa di un problema alle due Renault.

Un terzo posto comunque sofferto, anche perchè a pochi secondi da lui c’era Max Verstappen con la sua Redbull, pronto a salire anche lui sul podio.

Si gira Vettel:

Parte bene Seb, sembrava essere una Ferrari diversa rispetto a quella di Melbourne, aveva tutto il potenziale per vincere, però anche Vettel, dopo il sorpasso di Hamilton, vede svanire il podio sempre di più, si gira infatti a diciannove giri dalla fine, torna ai box con l’ala danneggiata che viene sostituita, chiede il cambio gomme, ma per lui la rimonta è difficile e chiude in quinta posizione, molto distante da Verstappen, ancora più distante da Lecrerc.

Una Renault che non c’è:

Cosa è successo alla R.S 19 di Ricciardo e Hulkenberg a tre giri dalla fine? ancora non sono chiare le dinamiche dello stop delle due monoposto francesi, quello che abbiamo potuto capire a fine gara è che quella di Ricciardo è diventata elettronicamente pericolosa, infatti, all’australiano è stato detto di abbandonare la sua vettura senza toccare niente, per scongiurare il rischio di una folgorazione.

l’appuntamento è in Cina:

La Formula Uno torna il 14 aprile con il gran premio di Cina, in live qui su f1racegp.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *