Giovinazzi 2022, Sticchi Damiani:”Spero che il governo ci aiuti”

E’ ancora incerto il 2022 di Antonio Giovinazzi, chi non lo vorrebbe vedere ancora una volta alla guida dell’Alfa Romeo? Purtroppo però, il suo contratto con la scuderia di Hinwil è ancora in bilico, l’Alfa Romeo infatti, nonostante l’ottima qualifica del Gran Premio di Monza, sembra pronta a togliere il sedile al pilota di Martina Franca.

Chi prenderà il sedile di Antonio Giovinazzi?

Il primo candidato sembrerebbe essere il cinese Guanyo Zhou che attualmente gareggia in Formula 2, si tratta di un pilota che sembrerebbe essere sostenuto dal governo cinese che sarebbe pronto ad investire su di lui. Per Antonio Giovinazzi quindi, la strada sembra essere in salita ed proprio per questo motivo che il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani ha invocato l’aiuto del governo per permettere a Giovinazzi di rimanere tra i migliori venti piloti.

Le parole di Sticchi Damiani:

Senza grandi giri di parole, il presidente dell’Aci ha invitato il governo ad aiutare l’unico pilota italiano in Formula Uno: “Antonio è molto bravo, non ha avuto la possibilità di dimostrarlo. Mi aspetto che ci sia una spinta anche da parte del governo, anche perchè gli altri governi si stanno muovendo grazie anche a delle valigie pesanti” poi Sticchi Damiani continua: “Ormai non è più come una volta, il più bravo non va necessariamente avanti, il più bravo va sì avanti, ma vanno avanti anche i più ricchi. Noi siamo in dovere di difenderlo e di dargli una possibilità”.

il 27enne pugliese a Monza è riuscito a portare l’Alfa Romeo in settima posizione nella gara sprint, purtroppo però, il suo Gran Premio di casa si è concluso fuori dalla zona punti dopo un contatto nei primi giri con la Ferrari di Carlos Sainz. Nel 2019 è riuscito a conquistare un pttimo quinto posto in Brasile, a San Paolo, un pilota però che purtroppo ha sempre pagato le strategie sbagliate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *