Formula Uno: Gran Premio di Australia – Prove Libere – Hamilton il più veloce – Vettel quinto e Leclerc nono

Arrivano i primi risultati per quanto riguarda il primo gran premio della stagione.

Si sono tenute oggi, infatti, le prime prove libere, che hanno un po’ sicuramente deluso le aspettative di molti tifosi, ma andiamo per ordine e scopriamo che cosa è accaduto oggi, all’Albert Park.

Domina la Mercedes;

Con il cinque volte campione Lewis Hamilton, la Mercedes fa un ottimo tempo: 1:22”600, e si porta davanti a tutti, subito dopo di lui c’è il suo compagno Bottas, nonostante sia finito sull’erba in curva 15, ma senza alcun danno alla sua Mercedes w10,  sono soltanto 48 i millesimi di differenza tra i due, arriva quindi proprio oggi la conferma di una Mercedes molto competitiva , a differenza della Ferrari, che finisce in quinta e nona posizione.

Vettel quinto quindi,  sembrerebbe un segnale d’allarme, una delusione delle aspettative, ma se invece fosse tutta una stragegia?

Arriva anche il primo testacoda per Charles Leclerc, da poco alla guida della SF90, un intoppo che gli costa davvero caro e si piazza in nona posizione, il testacoda arriva nel finale delle PL2, in curva 5,  fortunatamente non tocca alcuna barriera e torna in gara subito.

Buona la Redbull;

sembra essere davvero molto competitiva la Redbull, con Max Verstappen al comando, che si piazza subito in terza posizione con un tempo di: 1:23”400, subito dopo di lui c’è il compagno di squadra Gasly.

Buona anche l’Alfa Romeo con Kimi Raikkonen che si va subito a mettere in sesta posizione, un po’ meno Giovinazzi che finisce in quinta.

Renault la quarta forza mondiale?

Questo è ancora tutto da vedere, ma per Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo la prima sessione di test è iniziata alla grande, conquistano così rispettivamente il settimo posto e l’ottavo,  con 37 giri e 31 per Ricciardo.

L’unica interruzione è stata comunque causata dal pilota della Toro Rosso Alexander Albon, che è andato a finire sulle barriere di curva 2, rovinando così l’ala anteriore della sua monoposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *