Formula Uno: Ferrari – un futuro con Charles Leclerc e Mick Schumacher?

E’ sicuramente una domanda che in tanti ci siamo fatti almeno una volta, soprattutto oggi, vedendo un Mick Schumacher assediato dai fotografi sulla SF90 durante i test in Bahrain.

La domanda è sorta anche vedendo il giovane Charles Leclerc sul podio, anzichè il veterano Sebastian Vettel.

Ma il futuro Ferrari sarà davvero under 25?

Soprattutto, il 2019 per Seb sarà un punto di arrivo o un punto di partenza?

vedendo la gara del Bahrain di Lecrerc, il giovane monegasco era molto più veloce del collega tedesco e lo ha dimostrato con un sorpasso poco dopo l’inizio della gara.

I test in Bahrain:

Oggi ha chiuso con il miglior tempo il figlio del sette volte campione del mondo, a meno di 6 decimi dalla Redbull dell’olandese Max Verstappen e un secondo davanti alla Mercedes del cinque volte campione Lewis Hamilton.

Schumi Jr non era mai salito su una monoposto di Formula Uno, il suo debutto ufficiale in Formula 2 invece, è stato sabato con il gran premio del Bahrain, che ha chiuso in ottava posizione, primo l’italiano Luca Ghiotto.

Circa tredici anni fa, l’ultima apparizione del padre Michael, su una monoposto.

il suo debutto in Ferrari era arrivato nel 1996 e l’aveva lasciata nel 2006, torna poi alla guida di una Mercedes nel 2010 fino al 2012, anno del suo ritiro definitivo dalla Formula Uno, il 29 dicembre del 2013 il tragico incidente sugli sci sulle alpi di Mèribel.

L’anno scorso Mick ha vinto la Formula 3 Europea ed è entrato a far parte della Ferrari Driver Academy di Maranello.

Charles Leclerc, la nuova stella di casa Ferrari?

La gara di domenica è stata la gara perfetta di Charles, una gara già vinta dalle qualifiche, purtroppo però a pochi giri dalla fine ha visto il podio allontanarsi sempre di più, a causa di un problema all’ERS della sua monoposto, dietro di lui Hamilton, che l’ha superato, poi anche Bottas, il suo podio è stato “salvato” dalla Safety Car, entrata a pochi giri dalla fine per un problema delle due Renault.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *