FIA e Ferrari, adesso cosa succede?

Sono sette i team che hanno avviato una battaglia per poter scoprire i dettagli dell’accordo tra FIA e Ferrari.

Ma torniamo indietro, durante l’ultima giornata di test a Barcellona, quel giorno è arrivato il comunicato da parte della FIA e proprio quel giorno la Formula Uno è caduta in uno stato di confusione.

Iniziano così gli attacchi contro la Federazione e contro anche il Cavallino, quali sono stati gli accordi tra i due? I sette team ammettono che il documento era molto vago.

Così..

Mercedes è stata la prima scuderia a dichiarare guerra, portandosi dietro i suoi team, Williams e Racing Point, ad aderire anche Red Bull con la piccola di casa, Alpha Tauri, poi anche McLaren e Renault. Sette team su dieci, escluse quindi quelli motorizzati Ferrari, come Alfa Romeo e Haas ed il Cavallino stesso ovviamente.

Cosa chiedono i sette team?

Chiedono che l’accordo confidenziale raggiunto tra FIA e Ferrari venga divulgato, in modo da garantire che la Formula Uno rimanga uno sport equo. Ma c’è anche un altro aspetto, le altre scuderie infatti, minacciano delle azioni legali, ma tocca comunque a loro dimostrare che il campionato 2019 sarebbe stato falsato.

Tra qualche giorno dovrebbe arrivar la risposta alle sette scuderie da parte della Federazione, ma alla vigilia del primo gran premio della stagione la tensione è alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *