Ferrari, Binotto: “Siamo delusi, quella di Sainz era una strategia troppo ambiziosa”

Quella di ieri è stata una gara difficile per Ferrari, una Rossa spenta su un circuito che la dava favorita almeno per il quinto posto.

Già dal sabato di qualifica ha fatto molto fatica, in gara poi, Charles Leclerc ha chiuso al 6° posto mentre Carlos Sainz finisce 11°, fuori dalla zona punti, ecco le parole dello spagnolo subito dopo la bandiera a scacchi, parole dal retrogusto amaro.

Le parole di Mattia Binotto:

Il team principal della Ferrari ha commentato così il misero bottino conquistato dal monegasco, solo 8 punti che pesano sul mondiale costruttori: “Sicuramente siamo delusi da questa gara, volevamo un risultato diverso e soprattutto migliore. Lo abbiamo visto già dalla qualifica, siamo arrivati a Portimao su una pista che sulla carta avrebbe dovuto favorirci rispetto ai nostri concorrenti diretti ma non è stato così. In qualifica non siamo stati perfetti con Leclerc, ad esempio, e in gara Sainz tutto sommato è stato veloce quanto Norris con gomme soft”.

Ferrari e l’ambizione

Molto spesso l’ambizione non è sempre una buona alleata, il sorpasso sul giovane pilota britannico della McLaren ha penalizzato lo spagnolo Carlos Sainz che è stato superato anche dalle due Alpine, ecco cosa tutta l’amarezza di Binotto: “Abbiamo voluto tentare un undercut che però non ha funzionato, anzi ha messo Carlos in difficoltà. Ha spinto troppo con le gomme medie e ha accusato troppo graining, questo è il motivo dell’esclusione dalla zona punti. Sicuramente non è il risultato che volevamo e che ci aspettavamo. Sbagliata la strategia di Sainz? Più che errore è ambizione di voler superare Norris in quel momento della gara. Dovevamo avere molta più pazienza, la gara era ancora lunga e dovevamo aspettare. Stavamo girando bene. In quel momento abbiamo esagerato con la nostra ambizione nel voler superarlo per forza”.

Non ci resta che aspettare il prossimo Gran Premio, in Spagna per conoscere le sorti della Rossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *