F1, Terminate le indagini sul motore Ferrari, raggiunto l’accordo con la FIA

Tante polemiche, tante indagini, nel corso della passata stagione ma finalmente, oggi è arrivato l’accordo tra la Scuderia di Maranello e la FIA.

La SF1000

L’abbiamo vista tutti, impegnata durante i test a Barcellona, test che comunque non sono andati secondo i piani di Mattia Binotto, ma c’è tempo anche per discutere su questo.

Torniamo all’accordo FIA, proprio durante i test è arrivato il comunicato da parte della Federazione Internazionale dell’Automobile. Questo comunicato fa sapere al team della Rossa, ma anche a tutti i tifosi di aver concluso le indagini riguardanti il motore della Ferrari SF90, la Ferrari del 2019.

SF90 che è stata molte volte al centro delle polemiche, attaccata da tutti, a causa della sua potenza.

Il comunicato:

Ecco la nota della Federazione che riguarda quindi le indagini sul motore della Rossa:

Annunciamo che le analisi che riguardano la power unit della Scuderia Ferrari si sono concluse e abbiamo raggiunto l’accordo. Le specifiche dell’accordo rimangono segrete, ma la FIA e la Ferrari hanno stabilito un accordo sugli aspetti tecnici che miglioreranno il monitoraggio di tutte le PU di Formula Uno per le stagioni che verranno“.

Un accordo quindi difficile da interpretare, che lascia spazio ai dubbi, soprattutto dopo aver visto la Ferrari durante i test a Barcellona, una Rossa in evidente difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *