F1 |Le parole di Mattia Binotto sulla Ferrari in vista di Silverstone

Mattia Binotto intervistato subito dopo il Gran Premio di Ungheria ha parlato della sua situazione in Ferrari in vista del doppio appuntamento a Silverstone il 2 e il 9 agosto.

L’Ungheria non è stato un Gran Premio facile per la Rossa di Maranello e non lo sono stati neanche l’Austria e la Stiria, i primi due Gran Premi sul circuito di Spielberg.

Una SF1000

Con non pochi problemi ed è anche per questo (oltre agli errori) che Sebastian e Charles non sono riusciti ad “inserirsi” tra i top team Red Bull e Mercedes, il suo posto è stato preso dalla Racing Point? Forse.

Quali sono i problemi della SF1000? Ecco l’articolo

Mattia Binotto ha ammesso che ci vorrà ancora molto tempo, dato che si tratta di una situazione che non può essere risolta nell’arco di poche settimane: “Ci vorrà pazienza. Quando diventa indispensabile migliorare tutte le aree in cui ti manca la velocità, e parliamo di tutte le aree, non si può pensare che possa essere una situazione risolvibile con un solo intervento o con un pacchetto di aggiornamenti”.

Poi il team principal della Ferrari continua: “Quanto tempo servirà? Non ho la risposta in questo momento. Ci sono un paio di settimane prima di Silverstone e saranno importanti le analisi di Maranello, bisognerà valutare la macchina, l’organizzazione e qualunque altro settore da migliorare”.

Ed infine conclude così Mattia: “Come Ferrari non possiamo essere affatto soddisfatti delle situazioni attuali, sono deludenti. Non abbiamo bisogno di lavorare di più, dobbiamo lavorare meglio”.

Il Gran Premio di Silverstone, il Gran Bretagna, forse darà delle risposte o forse confermerà ogni dubbio sul fatto che la Ferrari fa molta fatica a lottare e quest’anno sarà davvero molto difficile per lei riuscire a risalire la classifica.

Noi quindi, ci vediamo domenica 2 agosto per il quarto appuntamento, intanto però seguitemi anche su Facebook!

info@f1racegp.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *