F1| I problemi della SF1000, le parole di Mattia Binotto

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, in conefrenza stampa ha esaminato la situazione della Ferrari, senza utilizzare mezzi termini e senza giri di parole, i problemi ci sono e sono evidenti, sotto gli occhi di tutti, anche di chi non conosce molto i motori. Il Cavallino in questo 2020 sta soffrendo e lo dimostra anche il fatto che si ritrova a lottare con monoposto che solitamente troviamo in fondo alla classifica.

In questo 2020 il titolo sembra impossibile, ma anche il quarto posto nel mondiale costruttori (e forse anche il quinto posto) le cose non cambieranno neanche nel 2021, Ferrari infatti, non potrà puntare al titolo neanche nel 2021, perchè il progetto della SF1000 difficilmente potrà migliorare anche considerando il regolamento.

Vettel e Ferrari, divorzio anticipato?

Le parole di Mattia Binotto:

“Ci sono delle limitazioni che hanno un impatto su un progetto che oggi ha uno svantaggio prestazionale rispetto ai migliori progetti. Credo che da parte nostra, sicuramente si potrà migliorare ma ambire a poter battere Mercedes credo sia sbagliato, il divario è enorme. In ogni caso, il secondo posto deve essere considerato un obiettivo possibile. Rispetto solo a qualche mese fa ci sono delle limitazioni. Il regolamento ci impone delle limitazioni anche in merito al numero di ore in cui si può lavorare al banco. Il telaio invece, è in gran parte congelato e potremo fare solo due modifiche che abbiamo già deciso. Per quanto riguarda l’aerodinamica, questa parte è libera anche se con qualche limitazione”.

Intanto il clima in casa Ferrari rimane teso, soprattutto dopo l’annuncio del divorzio di Sebastian Vettel, che lascerà la Rossa a fine 2020 per un futuro ancora incerto che con molta probabilità prenderà il nome di Aston Martin.

Si parla però di un divorzio anticipato, al suo posto potrebbe arrivare Antonio Giovinazzi, ma questo potrebbe essere deciso solo dopo il Gran Premio di Spagna, di questa domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *