F1 Ferrari, Leclerc: “Ho perso la posizione a causa di un ramo”

Ieri si sono spenti i riflettori a Baku, il caotico GP di Azerbaijan si è concluso con un podio insolito che ha visto partecipi Sergio Perez, Sebastian Vettel e Pierre Gasly.

Fuori dal podio

Il monegasco della Ferrari Charles Leclerc che nonostante un ottimo sabato caratterizzato dalla pole position finisce la sua gara in quarta posizione. Ma non è tutto! Il giovane pilota del Cavallino ha dovuto “cedere” la sua posizione al sette volte campione Lewis Hamilton a causa di un ramo che si trovava lungo il circuito cittadino.

La dinamica

Binotto: “gara inferiore alle aspettative”

Una gara, come ha ammesso lo stesso team principal della Ferrari Mattia Binotto, forse inferiore alle aspettative con un Charles Leclerc che scattava dalla pole finire quarto e con un Carlos Sainz solo ottavo.

Niente è andato come previsto, già dai primissimi giri il si è notata la difficoltà di Leclerc subito attaccato prima dalla Freccia Nera di Lewis Hamilton, poi dalle due Red Bull, quella di Max Verstappen costretto poi al ritiro a causa di una foratura e quella del vincitore, Sergio Perez.

Inizia il Gran Premio

E Charles perde quasi subito la posizione, passa Lewis Hamilton ma non solo per la superiorità della W12 ma anche perchè in pista c’era qualcosa, come rivelato dallo stesso Leclerc subito dopo la gara, in pista infatti, era presente un ramo in curva 15.

Ed infatti, proprio dagli onboard il ramo c’è e si vede anche perfettamente, lo stesso Charles si accorge di questa ingombrante presenza in pista e taglia la curva, Lewis così si prende la posizione sulla Ferrari.

Stessa cosa succede a Max Verstappen che è costretto a tagliare la curva e a modificare la propria traiettoria proprio per evitare quel ramo che gli costerebbe una foratura.

Le parole di Charles Leclerc:

“Stavo andando abbastanza bene nei primi giri, poi c’è stato un ramo alla curva 15 che mi ha fatto perdere tempo”.

Poi continua: “Ho tagliato la traiettoria ed ero preoccupato di guadagnare tempo su Lewis. Ho rallentato e poi mi ha superato, da quel momento in poi è stato abbastanza difficile recuperare perchè ero dietro a Lewis senza una buona scia e ho faticato molto. Poi, quando ho perso il DRS Max mi ha superato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *