F1, Binotto: “Risolveremo alcuni problemi nel 2023”

Un’altra stagione difficile per Ferrari, fatta di alti e bassi con una F1-75 veloce ma con dei problemi di affidabilità.

Non soltanto affidabilità, ma anche i tanti, tanti errori di strategia hanno quasi fatto svanire il sogno Mondiale per Charles Leclerc e per Ferrari.

Anche quest’anno è arrivata la pausa estiva per la Formula Uno, con una parte di stagione che si è conclusa con tanti punti sfumati per i due della Rossa e con le tante domande da parte dei tifosi. Mattia Binotto, team principal Ferrari, ha fatto il punto della situazione subito dopo il Gran Premio di Ungheria svelando che diverse modifiche che non potranno essere apportate in questa stagione, saranno fatte nel 2023: “Stiamo lavorando sull’affidabilità, stiamo cercando di gestirla anche nei weekend di gara. Speriamo di risolvere questo problema in modo definitivo per la prossima stagione”.

Poi il team principal della Rossa ha aggiunto: “Ci sono delle modifiche che hanno bisogno di tempo, non bastano giorni o settimane. Per risolvere dei problemi in modo definitivo bisogna aspettare l’anno prossimo ma questo non significa che non saranno gestite già da adesso”.

Il problema del porpoising

Un altro problema che sta colpendo tutte le monoposto è quello del porpoising che le nuove direttive della FIA stanno cercando di ridurre per questioni legate alla sicurezza.

Dalla prossima gara in Belgio, sappiamo che sarà previsto l’arrivo di una Metrica di Oscillazione Aerodinamica (AOM) che tutti i team non potranno e non dovranno superare: “La nota di SPA è una nota certa, per quanto riguarda i regolamenti del prossimo anno stiamo andando troppo lunghi, mi sembra già tardi e non possiamo fare dei cambiamenti significativi così tardi considerando anche il fatto che il budget cap ci limita”.

A fine agosto la Formula Uno tornerà in pista proprio in Belgio, un’altra pista a favore di Max Verstappen dove Ferrari dovrà cercare di mettere in cassaforte più punti possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.