F1 2020 e la Ferrari che non c’è.. Vettel 11° escluso nel Q2 Leclerc 7° | Pole di Bottas

Il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas ha conquistato la prima pole della stagione in Austria con un tempo di 1:02.939 cogliendo di sorpresa anche il poleman per eccellenza, Lewis Hamilton.
Mercedes che ha dominato qualifiche e prove libere si è piazzata davanti in griglia di partenza, con Bottas primo e Hamilton secondo. Al terzo posto c’è l’olandese della Red Bull Max Verstappen a 6 decimi. Quarta la McLaren di Lando Norris, poi ancora Red Bull con Albon ed infine la Rascing Point di Sergio Perez.

Figuraccia per Ferrari con Charles Leclerc settimo e Sebastian Vettel eliminato nel Q2, undicesima posizione per lui, l’ultima volta in Russia nel 2014.

QUI LE QUALIFICHE MINUTO PER MINUTO

La qualifica del GP d’Austria in un minuto:

Nel Q1 in testa c’è Max Verstappen l’olandese fa segnare un crono di 1:04.024 piazzandosi davanti alle due Merrcedes. Quarto posto poi per Stroll con una Racing Point sorprendente (e forse anche troppo simile alla Mercedes W10 del 2019) Eliminati Magnussen, Russell, Giovinazzi e Raikkonen.

Arriviamo al Q2, un Q2 da dimenticare, con Hamilton al comando con un crono di 1:03.325, dietro di lui Bottas. Male la Ferrari di Vettel che esce fuori ma male anche Leclerc che si salva a filo. Eliminati Kvyat, Gasly, Ocon, Grosjean e Vettel.

Q3: Nonostante finisca sui fiori Bottas soprende con un tempo di 1:02:939 ed è anche record della pista! Hamilton secondo e Verstappen terzo

Una Ferrari che non c’è, una Ferrari dietro, molto dietro lontana dai top team. Per vedere degli aggiornamenti dobbiamo aspettare il Gran Premio di Ungheria. A Budapest il team dovrebbe far scendere in pista il piano B che potrebbe ridurre il gap con Mercedes e Red Bull.

Le parole di Charles Leclerc:

Il pilota monegasco della Ferrari non si demoralizza e guarda avanti, sperando in un risultato positivo domani: “Non dobbiamo demoralizzarci adesso, non siamo dove volevamo trovarci ma dobbiamo continuare a lavorare in gruppo per migliorare. Le possibilità di tornare in alto ci sono ma per lottare con Mercedes no. Daremo tutto come piloti e come squadra per andare un pò più su”.

YOUTUBE

FACEBOOK

info@f1racegp.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *