Coronavirus e la pressione Ferrari

A circa due settimane dal weekend di gara in Australia, aumentano i controlli per evitare la diffusione del coronavirus che ha inserito gli italiani nella lista di persone da controllare maggiormente alle frontiere.

Questo è un problema soprattutto per il team di Maranello ma anche per Pirelli, fornitore unico degli pneumatici.

Il Governo australiano

ha dichiarato che dal primo febbraio qualsiasi viaggiatore proveniente dalla Cina, dovrà sottoporsi ai controlli di rito. Inoltre, l’ingresso in Australia è vietato a chiunque abbia soggiornato in Cina o comunque si sia recato in Cina nei 14 giorni precedenti all’ingresso.

A fare eccezione sono i cittadini australiani e residenti permanenti. Questo però molto presto potrebbe cambiare. Nel corso di un’intervista il team principal Mattia Binotto ha dichiarato di volere più informazioni al riguardo: “E’ molto importante sapere qual è la situazione prima di recarci in Australia, non possiamo scoprire qual è la situazione quando siamo già là, indipendentemente dal fatto che dovremo effettuare degli esami medici. La FIA e la Formula Uno stanno parlando con le autorità e con gli organizzatori del gran premio di Australia, sappiamo già che chi proviene dall’Italia potrà avere delle difficoltà, ma dobbiamo capirne di più“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *