Tragedia in Moto3, Jason Dupasquier è morto dopo l’incidente al Mugello

Trovare le parole per scrivere quest’articolo è difficile, ancora un’altra morte nel mondo dei motori. Qualche ore fa si è spento Jason Dupasquier, 19 enne svizzero investito ieri, proprio al termine delle qualifiche del Gran Premio d’Italia di Moto3.

Il giovane pilota è deceduto oggi all’ospedale Careggi di Firenze.

Una notizia terribile

Che ha scosso il mondo dei motori, il 19 enne Jason Dupasquier è morto oggi, all’ospedale Careggi di Firenze, nella notte era stato sottoposto ad un delicato intervento. A dare la notizia l’account Twitter delle MotoGP: “Ci mancherai moltissimo, guida in pace”.

Purtroppo non è servito a nulla l’intervento al quale era stato sottoposto la notte scorsa il pilota, le sue condizioni già da subito sono apparse critiche e si sono aggravate nel corso delle ultime ore, fino alla terribile notizia: “Ci mancherai moltissimo Jason, guida in pace” scrive in un tweet la MotoGP.

Poi FIM, IRTA, MSMA e Dorna Sports aggiungono: “I mezzi di soccorso dei medici della FIM sono arrivati immediatamente sul posto e Jason Dupasquier è stato assistito prima di essere trasferito in elicottero all’ospedale Careggi di Firenze. Nonostante tutti gli sforzi dello staff medico del circuito e di tutti quelli che successivamente hanno assistito il pilota, l’ospedale ha annunciato che Dupasquier è deceduto a causa delle ferite riportate”.

L’incidente:

Stava per finire la sessione di qualifiche di Moto3 quando Dupasquier è stato prima investito dalla sua moto e poi dai piloti Sasaki e Alcoba. Secondo le prime ricostruzioni l’impatto che poi è diventato fatale sarebbe stato quello con Sasaki, sbalzato in aria dopo l’impatto con Dupasquier: “Andavo a tutta velocità, ho visto Jason che ha frenato di colpo e ho provato ad andare a destra per evitarlo, non ci sono riuscito. Penso di averlo complito alle gambe” spiega Alcoba.

Aveva solo 19 anni, nato a Bulle, in Svizzera il 7 settembre 2001, figlio di Philippe Dupasquier, pilota di Motocross e appassionato di moto già da piccolo. Aveva esordito in Moto3 lo scorso anno con il team PruestelGP, quest’anno era riuscito a conquistare 27 punti, il suo miglior piazzamento a Jerez, nel GP di Spagna dove era arrivato settimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *