Ferrari Vettel: A caccia del riscatto in Giappone

Ferrari Vettel

Ferrari Vettel a caccia del riscatto

Ci siamo lasciati a Sochi con una Ferrari non in perfetta forma, soprattutto quella di Sebastian Vettel, costretta al ritiro.

I buoni propositi:

C’erano tutti i buoni propositi a Melbourne, per il gran premio inaugurale, vinto poi da Valtteri Bottas e dalla sua Mercedes W10.

Dall’Australia poi, tutto è andato rapidamente in discesa, fino ad arrivare al tredicesimo appuntamento mondiale, in Belgio dove a conquistare la vittoria è stato Charles Leclerc.

Cinque gare ancora:

Sfumato il sogno mondiale per il tedesco della Ferrari, rimane il sogno di un riscatto dopo il gran premio di Russia.

Un gran premio sicuramente ricco di colpi di scena, che ha visto un Sebastian Vettel passare da leader del gran premio a non classificato a causa di un problema alla sua monoposto.

Potrebbe quindi cercare un riscatto a Suzuka?

Sicuramente le prestazioni della SF90 sono migliorate, merito anche del nuovo pacchetto aerodinamico, questo lo afferma anche il team principal della Mercedes, Toto Wolff, che ammette l’incredibile recupero di potenza della Rossa.

Il team principal Ferrari, Mattia Binotto descrive questi miglioramenti come frutto di uno sviluppo della monoposto.

Le prestazioni della Ferrari adesso sono migliorate a vista d’occhio, soprattutto in rettilineo, dove hanno eguagliato o superato quelle del team anglo – tedesco.

Ferrari – chi arriverà nel 2020 al posto di Vettel?

Ormai quasi archiviato il campionato del 2019, si pensa già a quello del 2020, che porterà sicuramente grandi novità, prima fra tutte quella dell’ingresso di due nuovi gran premi, quello del Vietnam e quello di Olanda.

Ma chi potrebbe arrivare alla guida della Rossa? il primo nome, che ormai sentiamo molto spesso e che si fa sempre più pesante è quello dell’australiano della Renault Daniel Ricciardo, che potrebbe quindi affiancare il giovane Leclerc.

Ancora niente di certo, sappiamo soltanto che Ricciardo non ha ancora rinnovato per il futuro con il team francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *