F1: Max Verstappen: “Hamilton non è Dio, io posso batterlo”

Qualifiche Messico

Qualifiche Messico - Verstappen in pole ma rischia la penalità

Il pilota olandese della Red Bull torna a parlare del circus, questa volta le sue parole sono rivolte al sei volte campione Lewis Hamilton.

Lewis negli ultimi anni si è dimostrato uno dei piloti più forti della Formula Uno, merito anche di una monoposto firmata Mercedes che anche quest’anno sarà a caccia del titolo costruttori.

Le parole del giovane olandese però sono molto forti: “Hamilton è molto forte, forse uno dei migliori però non è Dio e io posso batterlo, anzi forse Dio è con lui, ma lui non è Dio“. Un giro di parole in vista dell’inizio del mondiale del 2020.

Verstappen

Che nel 2019 si è ritrovato nel ciclone delle polemiche accusando più volte la Ferrari di “barare” si è saputo comunque distinguere nella classifica finale, con tre vittorie e conquistando il terzo posto. Fuori dal podio i due della Ferrari.

Quest’anno però punta a qualcosa in più e ammette di voler sfidare per davvero Mercedes, e pensa che la Red Bull del 2020 sarà veramente in gradi di farlo.

Il 2019 è stato un buon anno per la Red Bull e non vediamo l’ora di ricominciare“.

Secondo Max, Hamilton sarebbe vulnerabile sotto una pressione costante. Quest’anno l’olandese sicuramente vuole qualcosa in più di un terzo posto, riuscirà a battere un sei volte campione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *