F1 2020: Ferrari e il terzo elemento idraulico come Mercedes

La stagione 2020 di F1 sta per tornare e cresce ogni giorno di più l’attesa per scoprire la nuova Ferrari, che sarà presentata l’11 febbraio.

La Ferrari del 2020

Il progetto 671 desta tanta curiosità, questo è vero. Nella prossima stagione di Formula Uno, la Ferrari introdurrà una sospensione anteriore che avrà un terzo elemento idraulico, scopriamo insieme i dettagli.

Ferrari come Red Bull e Mercedes

La Rossa di Maranello ha sposato la filosofia delle “rivali” Red Bull e Mercedes, infatti, questo vantaggio rappresentato nel terzo elemento idraulico sulla sospensione anteriore porta ad avere una maggiore versatilità della monoposto.

Questo significa un assetto forse perfetto, ancora da testare su pista ovviamente, durante i test di Barcellona.

Approfondiamo l’elemento idraulico

A cosa serve anzitutto? partiamo col dire che permette di avere una taratura più morbida. L’obiettivo per il 2020 degli ingegneri della Rossa è quello di ottenere un maggior carico aerodinamico, proprio per questo, secondo le indiscrezioni del Progetto 671, stanno cercando di creare una monoposto che si sposi con lo stile di guida del quattro volte campione Sebastian Vettel.

L’altro obiettivo

è quello di migliorare la trazione e di conseguenza quello di ridurre i consumi delle gomme durante la gara, un problema che ha caratterizzato la stagione passata del Cavallino.

Le parole di Binotto:

Le prime indiscrezioni trapelate dal team principal ci fanno capire che nel 2020 vedremo un’evoluzione della SF90, ma più affidabile rispetto all’anno scorso.

Deve tornare a vincere o almeno provarci, proprio per questo punterà su un maggiore downforce e sulle nuove sospensioni che saranno quindi un’evoluzione rispetto a quelle viste sulla SF90.

Le modifiche riguarderanno anche il muso della Rossa, ritroveremo la parte anteriore come quella vista a Singapore nel 2019, ma sarà più vistoso e andrà a favorire sempre l’aerodinamica.

In vista del cambio di regolamenti del 2021 quindi, la Scuderia di Maranello si prepara per una stagione che forse potrebbe riportare il titolo a casa dopo dodici anni, l’ultimo a vincerlo è stato Kimi Raikkonen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *