Disastro Ferrari a Baku, doppietta Red Bull

0

Disastro, l’ennesimo disastro in casa Ferrari a Baku dove a trionfare è una Red Bull in perfetta forma con una doppietta di Max Verstappen e Sergio Perez.

Una gara che poteva regalarci un cielo rosso in Azerbaijan ma che presto si è trasformata in un vero e proprio incubo.

Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno chiuso questa gara con zero punti a causa del doppio ritiro, prima di Carlos poi di Charles. In sostanza, quella di oggi è stata una giornata no per Ferrari e per i tanti tifosi dopo un weekend perfetto.

Le parole di Mattia Binotto

Subito dopo la premiazione del trio Verstappen, Perez e Russell il team principal della Rossa Mattia Binotto ha dichiarato: “Questi sono due ritiri che ci penalizzano molto. Ad inizio stagione però siamo rimasti con i piedi per terra e adesso non ci faremo abbattere da quanto è accaduto”.

Poi Binotto ha sottolineato: “I problemi di affidabilità ci preoccupano, evidentemente stiamo pagando l’aumento di potenza”.

Ma cosa è successo alla Ferrari oggi?

Ma quali sono stati i problemi della F1-75 di oggi? Ancora ovviamente, sono tutti da analizzare e nelle prossime ore ne sapremo di più ma già sappiamo che a fermare la monoposto di Carlos Sainz è stato un guasto idraulico che si è manifestato solo dopo 8 giri mentre il ritiro di Charles Leclerc è dovuto a problemi legati alla power unit andata in fumo dopo 21 giri.

Per Charles Leclerc è stata sicuramente una doccia fredda arrivata già in partenza, con il sorpasso di Sergio Perez che si è subito preso la prima posizione.

Sono però, quattro in totale i ritiri dei motorizzati Ferrari nella gara di oggi, ovviamente entrambe le Ferrari con Sainz e Leclerc ma anche l’Alfa Romeo di Zhou e la Haas di Magnussen.

Nonostante tutto Mattia Binotto mantiene la calma affermando che al momento non si può ancora parlare di problemi legati esclusivamente alla power unit e che bisognerà analizzare e capire quanto accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.