Gran premio di Spagna: tutte le novità che ci aspettano a Barcellona – Ferrari con più carico aerodinicamico

Riusciremo a vedere una Ferrari diversa in Spagna? questo è sicuramente quello che ci si aspetta, dopo la poca affidabilità dimostrata in precedenza, si ritorna all’inizio, a Montmelò, un circuito dove abbiamo già visto le monoposto quest’inverno durante la sessione dei test invernali, un circuito dove ci è parso di vedere una Ferrari parecchio in forma, prima però dell’inizio della stagione.

E così, inizia anche la stagione europea per la Formula Uno, dopo aver visto quattro doppiette Mercedes in quattro gare forse la Spagna potrebbe essere un nuovo inizio per la Ferrari, che si trova a dover lottare e questa lotta sembra essere molto dura rispetto al previsto.

Arrivati fino a qui, farsi delle domande ormai potrebbe risultare anche scontato, la scuderia di Maranello deve trovare delle risposte e soprattutto deve trovare una soluzione mettendosi in gioco.

E’ evidente che le quattro doppiette delle Frecce d’Argento pesano, soprattutto sotto l’aspetto classifica, dove adesso a contendersi il titolo mondiale ci sono Valtteri Bottas e Lewis Hamilton.

Che sia una stagione come quella del 2016? Rosberg VS Hamilton?

Fino ad ora non ci sono stati ordini di scuderia, nessun team order quindi che ha costretto il finlandese Bottas a cedere la posizione al pilota britannico, come lo scorso anno, quando è stata più di una la vittoria ceduta al cinque volte campione del mondo.

In questo momento i due piloti Mercedes sono a un solo punto di stacco, in vetta alla classifica e a tal proposito Toto Wolff, il team principal Mercedes ha riferito che il loro rapporto non dovrà degenerare ricordando anche il rapporto burrascoso che si andò a creare nel 2016 con Nico Rosberg, quando la situazione era perfettamente identica a quella di adesso.

Wolff aggiunge inoltre che la scuderia della Stella, non ammetterà che si arrivi di nuovo a quella situazione, infatti, i due piloti della scuderia tedesca in questo momento sembrano andare d’accordo, rivedremo un finale di stagione come Abu Dhabi nel 2016?

SF90 con più carico aerodinamico:

Quella che vedremo in Spagna sarà una Ferrari con più carico aerodinamico, che potrebbe rimettersi in gioco riducendo il gap con Mercedes.

Arrivano inoltre nuove ali, sia per quanto riguarda la parte anteriore che per quanto riguarda la parte posteriore, questa soluzione permetterà quindi di avere più carico aerodinamico.

Il problema principale visto fino ad ora è quello delle gomme Soft che non piacciono alla Rossa, che fa una fatica abbastanza evidente.

Nessuna rivoluzione in casa Red Bull

E’ quanto afferma il team principal della Red Bull Christian Horner, colmato il gap con i top team, soprattutto per quanto riguarda Max Verstappen, che ancora una volta ha saputo dimostrare il suo potenziale finendo in quarta posizione una gara molto più difficile del previsto, quella di Baku.

Un inizio di stagione positivo quello della Red Bull quindi, grazie anche a Verstappen, Gasly invece sta iniziando ad ingranare e a diventare competitivo.

Non arriverà una vera e propria rivoluzione a Barcellona, un circuito che darà le prime risposte, come ogni anno per quanto riguarda le prestazioni di ogni monoposto.

Gli unici sviluppi in casa Red Bull riguarderanno il bilanciamento e si concentreranno inoltre, sulle gomme, un’evoluzione, come spiega Horner, non una rivoluzione, inoltre forse ci sarà qualche aggiornamento per quanto riguarda le ali.

Colmato il gap con Mercedes e Ferrari a Barcellona ci si aspetta una gara sicuramente piena di competizione.

McLaren, una nuova scoperta:

Queste quattro gare sono sicuramente servite per riscoprire la McLaren che ha saputo dimostrare di essere davvero competitiva con Carlos Sainz e Lando Norris.

A Baku, dopo tre gare non proprio brillanti ha concluso con un bel risultato, chiudendo in settima e ottava posizione, davanti ad Alfa Romeo e alla Toro Rosso.

Adesso la monoposto arancione si trova in quarta posizione in classifica per quanto riguarda il mondiale costruttori, dietro ai top team per intenderci, un inizio quindi davvero positivo, ma ancora c’è molto da migliorare per la scuderia inglese, nonostante l’ottimo risultato ottenuto in Azerbaijan, che però non basta, se si vuole mantenere il posto in classifica.

Non molto fortunato invece Daniel Ricciardo:

Sicuramente c’è ancora molto da fare in casa Renault, superata da McLaren con lo stesso identico motore.

Quello di Baku è stato per Daniel Ricciardo un weekend nero, da dimenticare sicuramente.

La scuderia francese va via da Baku senza nessun punto e con un Daniel penalizzato in Spagna sulla grigia di partenza, protagonista di un contatto nel rimettersi in pista con il pilota della Toro Rosso Daniil Kvyat, un contatto che ha messo un punto sulla gara di entrambi i piloti costretti al ritiro.

L’australiano quindi si ritroverà in Spagna con tre posizioni di penalità, inoltre con due punti in meno sulla Superlicenza, una situazione che non è delle migliori per Daniel che l’anno scorso a Baku ha saputo fare la differenza con la sua Red Bull.

Stessa storia per il compagno di squadra Nico Hulkenberg che non è riuscito ad arrivare nemmeno in zona punti, partito in quindicesima posizione, finisce la sua gara in quattordicesima, dopo di lui c’è la Williams.

La Renault fa quindi molta fatica e deve trovare delle soluzioni per riuscire a migliorarsi.

L’appuntamento è a Barcellona con il gran premio di Spagna:

La Formula Uno ci aspetta quindi a Barcellona con un weekend che forse ci regalerà delle sorprese o forse ci darà delle conferme, per non perdervi niente ecco tutti gli orari e le dirette:

Si inizia giovedì 9 maggio con la conferenza stampa dei piloti a partire dalle 15:00 in diretta su Sky e su f1racegp.com per un riassunto di quanto è stato detto, passiamo poi a venerdì 10 maggio con le prove libere 1 a partire dalle 11:00 e con le prove libere 2 a partire dalle 15:00 anche qui, non perdetevi la diretta.

Sabato 11 maggio sarà invece il momento delle prove libere 3 a partire dalle 12:00 mentre le qualifiche sono fissate per le 15:00

Domenica 12 maggio alle 15:10 si spengono i semafori per il gran premio di Spagna.

Non perdetevi la diretta su Sky Sport F1 e la diretta testuale su f1racegp.com, inoltre su TV8 non dimenticatevi la replica in onda alle 21:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *