Formula Uno: I problemi di Leclerc a Sakhir sono stati causati da un cortocircuito

Poche ora fa è arrivato un comunicato stampa sul sito ufficiale della scuderia di Maranello, sono arrivate quindi delle risposte tanto attese riguardo i problemi di Charles Leclerc avuti nel deserto, problemi che gli sono costati il gradino più alto del podio e che dopo una gara perfetta ha chiuso in terza posizione.

Una notizia positiva:

Sicuramente una notizia positiva è arrivata, infatti non sarà necessario cambiare la power unit del monegasco, come si è temuto subito dopo il gran premio del Bahrain, infatti per regolamento è possibile cambiarla soltanto tre volte e quindi cambiarla già subito dopo la seconda gara della stagione, sarebbe stato un problema davvero grave.

La diagnosi:

Come scritto sopra, poche ora fa è arrivata la diagnosi della causa del problema di Charles Leclerc alla vettura numero 16, pare proprio che la monoposto sia stata penalizzata da un cortocircuito interno ad una centralina di attuazione dell’iniezione motore

Un problema che non si era mai verificato in passato, una mancanza di affidabilità che ha fatto mancare una vittoria che sarebbe stata più che meritata al pilota Ferrari.

Nonostante tutti i problemi però il giovane pilota del cavallino rimane sempre molto positivo e commenta la gara con grande serenità, una gara che ricordiamo ha potuto concludere in terza posizione grazie anche all’ingresso della Safety Car in pista, che gli ha permesso di non cedere la posizione al pilota della Redbull, Max Vestappen.

Ma cosa succederà in Cina? riuscirà Charles Lecrerc a prendersi una rivincita? secondo i bookmaker il giovane monegasco è il favorito per la vittoria di Shanghai, un circuito abbastanza importante che l’anno scorso ha visto vincitore Daniel Ricciardo con la sua ex Redbull.

L’appuntamento è il 14 di aprile:

La Formula Uno torna in Cina con il gran premio di Shanghai il 14 di aprile alle 8:10 ora locale. segui la diretta su f1racegp.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *