F1 | Bottas e il testacoda in pit-lane: Penalizzato di 3 posizioni

Un insolito testacoda costato molto caro al finlandese della Mercedes Valtteri Bottas. I commissari di gara del Gran Premio di Stiria hanno deciso di penalizzare l’alfiere delle Frecce Nere di tre posizioni sulla griglia di partenza di domenica.

Sicuramente

Si è trattato di un testacoda singolare quello di oggi, Valtteri Bottas ha perso il controllo della sua monoposto dopo la ripartenza dai box con gomme dure nuove durante la seconda sessione di prove libere.

Le gomme, che con tutta probabilità erano fredde, hanno fatto in modo che il pilota Mercedes perdesse il controllo della sua monoposto proprio in pit-lane, manovra molto pericolosa che ha terrorizzato i meccanici della McLaren che si trovavano proprio lì. Gomme fredde o tentativo di gommare? Questo non è ancora chiaro. McLaren si è precipitata subito ad aiutare il malcapitato ma il team principal non ha esitato a contattare Michael Masi, direttore di gara: E’ ridicolo, poteva investire uno dei nostri ragazzi” prontamente è arrivata la risposta di Masi: “Grazie, sono d’accordo”.

L’errore che è costato molto caro:

Quello di oggi per Bottas è stato un errore che gli costerà molto caro, infatti, gli sono state inflitte tre posizioni sulla griglia di partenza di domenica, griglia che si determinerà sabato, oltre ovviamente ai due punti sulla Super Licenza.

Subito dopo le FP2 i commissari di gara hanno prontamente spiegato che Valtteri Bottas ha rivelato che Mercedes ha sperimentato qualcosa di nuovo nella partenza dal pit stop, partendo in seconda marcia. Il risultato? La perdita del controllo della monoposto che è andata oltre le aspettative. Il finlandese quindi, ha perso il controllo della sua W12 proprio in pit-lane, questo ovviamente, è da considerarsi assolutamente pericoloso soprattutto per i meccanici che si trovavano a pochi passi dall’accaduto.

Gli orari del GP di Stiria di F1 di Sky Sport e TV8

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *